tifosi bianconeri JStadium

Lo Juventus Stadium si fa più moderno: nonostante lo stadio bianconero sia stato inaugurato appena tre anni fa (8 settembre 2011), l'impianto di proprietà della società di corso Galileo Ferraris si doterà di nuove importanti misure di sicurezza. Nell'ultimo periodo, infatti, è in costante aumento il tifo violento un po' in tutta Europa, e quanto accaduto in Italia-Croazia a San Siro non lascia presagire nulla di buono per il futuro. Ecco perché lo J-Stadium, che appena pochi mesi fa ha ospitato la finalissima di Europa League (sfuggita di un soffio alla Juventus stessa, fermata in semifinale dal Benfica, poi sconfitto dal Siviglia a Torino), che si candida ad ospitare anche partite della Nazionale, non può correre rischi.

Un nuovo passo in avanti verso la sicurezza dello stadio è stato compiuto nelle ultime ore, con l'installazione di nuove telecamere fornite di una particolare tecnologia: il Multifocal Sensor System. Si tratta di apparecchiature di ultimissima generazione, in grado di tenere sotto controlle le tribune e registrare qualunque cosa accada nello stadio bianconero, permettendo anche una risoluzione enorme al dettaglio, in modo da poter "scovare" senza problemi i volti delle frange estremiste del tifo. Il sistema è già presente in alcuni dei grandi stadi europei: il Signal Iduna Park di Dortmund e l'Allianz Arena di Monaco di Baviera sono i grandi stadi dove questa tecnologia è già presente.

Insomma, mentre si avvicina il derby della Mole numero 230 in assoluto, il 165esimo in campionato, la Juventus cerca di rendere ancora più sicuro il proprio stadio, soprattutto per le famiglie. Anche perché, con un piede e mezzo agli ottavi di Champions League, è tempo anche per lo stadio bianconero di adeguarsi agli standard delle grandi squadre di calcio europee ed internazionali.