94' Segna pure Candreva, 6-2 dell’Inter al Benevento

Tutto facile per l'Inter che batte 6-2 il Benevento e si qualifica per i quarti di finale di Coppa Italia. Al 94′ arriva pure il gol di Candreva, mette a segno pure lui una doppietta. L'Inter a fine mese sfiderà la Lazio, il sorteggio definirà la squadra ospitante.

73' Altro gol di Bandinelli: Inter 5 Benevento 2

5-2! Il Benevento rende meno pesante il passivo segnando ancora con il giovane Bandinelli, un giocatore molto promettente, di proprietà del Sassuolo, che con un bel colpo di testa non lascia scampo a Padelli. Un gol meritato questo della squadra di Bucchi.

66' 5-1 dell’Inter, doppietta di Lautaro

5-1 dell'Inter. Segna ancora Lautaro Martinez, doppietta per l'argentino. Molto bello il diagonale del giovane bomber di Bahia Blanca, che batte Montipò e conferma che quando è al centro dell'attacco è, spesso, letale. Punizione davvero molto pesante per la squadra di Bucchi che pur giocando un buon match ha subito un'imbarcata.

58' Punizione di Insigne, gol del Benevento: 4-1

Il Benevento realizza il gol della bandiera, ha segnato Insigne, il fratello del calciatore del Napoli con una bella punizione batte Padelli, che si arrabbia parecchio con la sua barriera. Sperava di tenere inviolata la sua porta il portiere di riserva dei nerazzurri. Inter 4 Benevento 1.

48' Lautaro Martinez fa poker, 4-0 dell’Inter

4-0, gol di Lautaro. Nell'intervallo Spalletti ha deciso di mandare in campo Politano al posto di Icardi, Lautaro Martinez si è messo al centro dell'attacco e ha subito trovato il gol. Colpo di testa vincente dell'argentino che sfrutta uno splendido cross di Perisic.

45' Dalbert, 3-0 dell’Inter

3-0 dell'Inter, ha segnato Dalbert. Splendida la ripartenza dell'Inter, bello il passaggio di Perisic, splendido il gol di Dalbert che con un bolide mette il pallone nell'angolino. Nulla da fare per il malcapitato Montipò, che incassa un altro gol nell'ultimo minuto di recupero. Primo gol con la maglia dell'Inter per Dalbert.

28' L’Inter gestisce il doppio vantaggio

Tutto facile per l'Inter che sta disputando adesso un allenamento agonistico con il Benevento, che ha incassato due gol nei primi 7 minuti. Hanno segnato Icardi e Candreva. I campani non stanno sfigurando ma hanno iniziato troppo male l'incontro e quell'avvio ha compromesso tutto.

7' 2-0 Inter, gol di Candreva

2-0 dell'Inter, ha segnato Candreva. Il Benevento ha l'occasione di pareggiare subito, ma Padelli c'è e l'Inter trova il raddoppio con Candreva che con una staffilata non lascia scampo a Montipò. Dopo sette minuti il punteggio è già molto pesante per il Benevento.

3' Pronti, via e gol, su rigore, di Icardi, 1-0

Inizia Inter-Benevento, nerazzurri con la terza maglia. I campani indossano la classica casacca con i colori giallorossi. Dopo un minuto l'arbitro assegna un rigore all'Inter per un fallo di Antei su Candreva. Dal dischetto si presenta Icardi che non sbaglia, 1-0. Montipò intuisce ma non ci arriva.

Così in campo Le formazioni di Inter-Benevento

Icardi c'è, Lautaro Martinez pure. Due argentino nell'attacco dell'Inter, nel tridente pure Perisic. In porta tocca a Padelli, a metà campo ancora escluso Nainggolan. Spalletti rispolvera il 4-3-3. Il Benevento se la gioca con il 3-5-2, in avanti Insigne e Coda.

Tabellone Chi vince sfiderà la Lazio

Chi passerà il turno tra Inter e Benevento nei quarti di finale sfiderà la Lazio, che nel primo degli ottavi di finale, si è sbarazzata dal Novara, 4-1 doppietta di Immobile, gol di Milinkovic e Luis Alberto. Se passerà l'Inter di nuovo Spalletti e Inzaghi si ritroveranno da avversari in Coppa Italia e si sfideranno in un match importante, com'era stato nell'ultima dello scorso campionato quando in palio c'era però il posto in Champions.

Coppa Italia Inizia l’Inter

L'Inter inizia la sua avventura in Coppa Italia sfidando il Benevento, l'unica squadra di Serie B ancora in corso nella manifestazione. Sulla carta non c'è partita, i bookmakers sono concordi nel dare i nerazzurri nettamente favoriti. Ma nella partita secca tutto può succedere, e qualche insidia ci può essere pure perché questa è la prima partita del 2019. Spalletti, che vuole vincere per la terza volta questo trofeo in carriera, ha messo tutti in guardia ma non rinuncerà al turnover. Parecchi big in panchina, dall'inizio Lautaro Martinez.