94' Vincono Chelsea, Benfica e Valencia

Ipotecano la qualificazione alle semifinali il Chelsea (1-0 allo Slavia Praga, gol di Alonso), il Benfica (4-2 all'Eintracht, tripletta di Joao Felix) e il Valencia che nel finale di partita ha piegato la resistenza con due gol nel finale e ha sconfitto per 3-1 il Villarreal.

95' L’Arsenal batte il Napoli 2-0

L'Arsenal sfrutta gli errori di un Napoli pessimo in avvio segna due gol con Ramsey e Torreira e ipoteca la gara d'andata dei quarti. Il Napoli nella ripresa ci prova, mette sotto gli avversari, crea più di una palla gol ma non riesce a trovare la via della rete. Adesso serve un'impresa.

87' Slavia Praga-Chelsea 0-1

Il Chelsea proprio nel finale di partita trova il gol con lo Slavia Praga. Ha segnato lo spagnolo Marcos Alonso, uomo dei gol pesanti nella prima stagione di Conte, l'1-0 non dà certezze assolute ma è un gol importante questo considerato che tra sette giorni la sfida di ritorno si giocherà a Stamford Bridge.

82' Ancelotti effettua altre due sostituzioni

Manda in campo Ounas e Younes il Napoli che cerca almeno il gol della bandiera, che peserebbe tantissimo. Escono Fabian Ruiz, uno dei peggiori in campo, e Lorenzo Insigne, che si è divorato un gol nel finale del primo tempo. Questo è un 4-4-2 molto più offensivo.

71' Che errore di Zielinski

La partita improvvisamente è diventata bellissima. Meret si supera su un tiro ravvicinato di Maitland-Niles e evita il peggio. Il Napoli con un lancio lungo salta la pressione dell'Arsenal, Insigne mette in mezzo un bel pallone, Zielinski arriva ma colpisce malissimo e il Napoli vanifica così un'altra occasione.

65' In campo Milik

Ancelotti effettua il primo cambio. Fuori Mertens, dentro Milik. La partita a scacchi continua. Emery toglie Ozil e Lacazette e manda in campo Iwobi e Mkhitaryan, che si mettono alle spalle di Aubameyang.

Reazione Mario Rui sbaglia e Ancelotti si arrabbia

Il Napoli ci sta provando almeno in questo secondo tempo, ma il gol non arriva. Mario Rui sbaglia un cross, Mertens era in buona posizione. Il tecnico del Napoli ha una reazione stizzita, un altro errore e un'altra chance che sfuma. Il punteggio resta immutato.

59' Chance per Ramsey e Monreal

Il Napoli ha iniziato con un buon piglio il secondo tempo, ha provato a rendersi pericoloso e ha tenuto alto il baricentro, ma la prima grande occasione della ripresa l'ha avuta l'Arsenal con Ramsey, che ha impegnato Meret, bravo a mandare in angolo. Sugli sviluppi del corner Monreal svetta di testa e manda il pallone di poco sulla traversa.

58' Tripletta di Joao Felix, 4-1 del Benfica

Serata memorabile per Joao Felix che realizza una tripletta all'Eintracht. A 19 anni questo ragazzino che è un obiettivo di mercato della Juventus sta mandando al tappeto l'ostica compagine tedesca, che aveva eliminato l'Inter negli ottavi di finale.

50' 3-1 del Benfica sull’Eintracht, gol di Ruben Dias

Dopo la doppietta arriva anche l'assist per Joao Felix che serve il compagno Ruben Dias, che sotto porta non sbaglia e segna il gol del 3-1 per il Benfica sull'Eintracht. I due ragazzi terribili che piacciono alla Juventus grandi protagonisti in questo quarto di finale di Europa League.

43' Doppietta di Joao Felix, 2-1 Benfica

Prima doppietta in Europa, a diciannove anni, per Joao Felix. L'attaccante, osservato speciale della Juventus, segna il gol del 2-1 contro l'Eintracht e riporta avanti il Benfica, che chiude il primo tempo in vantaggio, e ha anche un uomo in più.

Giocata Il numero di Ozil

Si è visto molto poco il numero 10 dei Gunners, ma nel finale del primo tempo è stato autore di una giocata pregevole, con un dribbling ha saltato due giocatori del Napoli, l'azione poi si è chiusa rapidamente perché c'è stato un intervento di Koulibaly.

45' Che errore di Insigne, all’intervallo è 2-0 Arsenal

Il Napoli crea, finalmente, una palla gol, ma Insigne calcia alle stelle al 44′. All'intervallo l'Arsenal torna negli spogliatoi sul 2-0. Napoli sovrastato e senza personalità nella prima mezz'ora, ha pagato due errori gravissimi. Decidono i gol di Ramsey e Torreira.

41' Gol di Jovic, l’Eintracht pareggia

L'Eintracht di Francoforte trova il gol dell'1-1, in 10. Il bomber serbo Luka Jovic segna l'1-1 e rimette in parità la partita con il Benfica. La squadra di casa si è fatta trovare colpevolmente sguarnita in area di rigore e i tedeschi con un contropiede perfetto hanno pareggiato.

37' Cazorla pareggia su rigore, 1-1 del Villarreal

Il Villarreal trova il pari su calcio di rigore, ha segnato Cazorla. L'ex giocatore dell'Arsenal, che lo scorso weekend aveva fallito un penalty e si era messo a piangere dopo la partita con il Betis, rimette l'incontro in parità. Un rigore a testa e un gol per entrambe le squadre spagnole.

20' Benfica-Eintracht 1-0, gol di Joao Felix

Il Benfica passa sull'Eintracht, ha segnato su rigore Joao Felix. Il giovanissimo attaccante che piace molto alla Juventus trasforma un rigore che può essere determinante. Perché l'Eintracht gioca in 10 per via dell'espulsione di N'Dicka.

25' 2-0 dell’Arsenal, Torreira segna e dedica il gol all’amico

2-0 dell'Arsenal, gol di Torreira. Fabian Ruiz perde un pallone sciocco, e un altro errore si tramuta in gol. Torreira calcia anche male dal limite dell'area di rigore, il pallone viene deviato da Koulibaly e finisce in rete. Dopo il gol l'uruguagio dedica il gol a un vecchio amico italiano, conosciuto ai tempi della Sampdoria, scomparso da pochi giorni.

15' Gol dell’Arsenal, ha segnato Ramsey

Gunners avanti, ha segnato Aaron Ramsey, 1-0. Mario Rui sbaglia, l'Arsenal sfrutta la superiorità in modo semplice e veloce, al tiro va il gallese che con il piattone batte l'incolpevole Meret. Un Napoli fin qui non all'altezza della situazione e l'Arsenal quando si è reso pericoloso ha subito segnato.

6' Villarreal-Valencia 0-1

Passa con Goncalo Guedes il Valencia nel derby con il Villarreal. Dani Parejo si fa parare un rigore, ma sulla respinta il portoghese è lesto e insacca. Gol pesante quello segnato dal Valencia, squadra favorita per la qualificazione nella doppia sfida e che arriva subito.

1' Via

Si parte, inizia Arsenal-Napoli.

Così in campo Le formazioni ufficiali di Arsenal-Napoli

 

Ancelotti sceglie Insigne e Mertens, in panchina Milik. Gli altri titolari sono tutti quelli previsti con Meret tra i pali e in difesa Hysaj e Mario Rui, metà campo offensiva con Zielinski e Fabian Ruiz. Nell'Arsenal vanno in campo tutti i big. A centrocampo c'è Ramsey, in avanti Ozil alle spalle di Aubameyang e Lacazette.

Tabù Bilancio negativo per il Napoli in Inghilterra

Nella sua storia il Napoli non è mai riuscito a vincere una partita ufficiale in Inghilterra. Con l'Arsenal c'è solo un precedente, stagione 2013-2014. I Gunners si imposero in casa per 2-0, al ritorno vinsero gli azzurri con lo stesso punteggio. In genere il bilancio è estremamente negativo. L'ultima sconfitta in terra inglese è recente, 1-0 contro il Liverpool di Klopp nella fase a gironi. In Inghilterra il Napoli una partita l'ha vinta, ma nel Torneo Anglo-Italiano, che non è una competizione Uefa. Il bilancio è di sette sconfitte e un pareggio, 1-1 con il City nella prima sfida di Champions del 2011-2012.

Le scelte Le probabili formazioni di Arsenal-Napoli

Emery dovrebbe giocare con la difesa a tre, ma certezze ancora non ce ne sono. Potrebbero finire in panchina il futuro juventino Ramsey e Lacazette, davanti certo Aubameyang. Ancelotti ha un grande dubbio in attacco. In conferenza stampa ha detto che potrebbe anche schierare il tridente ma è probabile che riposi Milik con il tandem formato da Insigne e Mertens di punta.

Programma In campo anche il Chelsea

Questa sera, con calcio d'inizio alle ore 21, si disputano tutte le partite dei quarti d'andata di Europa League. A Londra l'Arsenal sfida il Napoli, le altre gare si giocheranno in Spagna, Portogallo e Repubblica Ceca. Il derby Villarreal-Valencia interessa a Emery e Ancelotti, perché chi passa sfiderà una compagine della Liga. Mentre il Benfica affronta l'Eintracht, giustiziere dell'Inter, e il Chelsea giocherà in casa dello Slavia Praga.

Quarti Super sfida all’Emirates

Da settimane il Napoli attende la sfida con l'Arsenal, e adesso il grande momento è arrivato. Ancelotti e i suoi ragazzi giocheranno all'Emirates contro i Gunners di Emery una delle squadre più imprevedibili e per questo più difficile da sfidare. Tra sette giorni si disputerà la gara di ritorno.