94' Pareggi a Verona e Ferrara

Un gol di Lapadula salva la panchina di Prandelli e soprattutto il Genoa che vede da vicino la salvezza con l'1-1 con la Spal, che continua a conquistare punti. Finisce 1-1 anche Chievo-Parma, l'orgoglio dei clivensi va preso come esempio, gli emiliani ottengono un pari che li avvicina in modo definitivo alla salvezza.

56' 1-1 del Chievo, gol di Meggiorini

Il Chievo forse anche più libero dopo la retrocessione trova il pareggio, gol di Meggiorini, è 1-1 con il Parma. Gol meritato da parte della squadra di casa che se eviterà la sconfitta otterrà il secondo risultato utile consecutivo.

57' Pareggio del Genoa, gran gol di Lapadula

Con una mezza rovesciata di Lapadula il Genoa trova il gol del pareggio, 1-1 alla Spal. Questo è il primo gol in campionato dell'ex attaccante del Milan, non poteva trovare giorno migliore per farlo l'italo-peruviano che così aiuta il Genoa, un punto sarebbe fondamentale.

38' Chievo-Parma 0-1, gol di Kucka

Il Parma trova il vantaggio, ha segnato Kucka, 1-0 al Chievo. Il giovane portiere croato valuta male un pallone calciato da Scozzarella e rende facile la vita dello slovacco bravo a inserirsi con i tempi giusti che colpisce bene e con un colpo di testa insacca.

37' Gol di Felipe, 1-0 della Spal

Sugli sviluppi di un corner la Spal passa in vantaggio, ha segnato Felipe, 1-0 al Genoa. Kurtic batte dalla bandierina, Vicari prolunga, il difensore brasiliano quasi involontariamente colpisce e mette dentro. Gol pesante che può valere la matematica salvezza.

28' Nessuna emozione

Spal-Genoa e Chievo-Parma finora non sono proprio le partite più belle e emozionanti del campionato. Pochissimi i tiri in porta, quasi impossibile vedere un gol. Le due partite del pomeriggio sono inchiodate sullo 0 a 0.

13' Traversa di Kouame, Genoa a un passo dal gol

Il Genoa fa la partita, la Spal si difende, in fondo anche il pari è un ottimo risultato per la squadra di Semplici. Il Genoa sta giocando molto bene e al 13′ colpisce in pieno una traversa con Kouame che sorprende la difesa avversaria e calcia in porta, il tiro è bello, la fortuna non è dalla parte dell'ivoriano.

1' Si parte

Iniziano Chievo-Parma e Spal-Genoa.

Così in campo Le formazioni delle partite delle 15

Chievo-Parma

CHIEVO (4-3-1-2): Semper; Depaoli, Cesar, Bani, Barba; Rigoni, Hetemaj, Leris; Vignato; Stepinski, Meggiorini. All.: Di Carlo.
PARMA (5-3-2): Sepe; Iacoponi, Gazzola, Bruno Alves, Bastoni, Dimarco; Barillà, Scozzarella, Kucka; Gervinho, Ceravolo. All.: D'Aversa.

Spal-Genoa

Spal (3-5-2): Viviano; Bonifazi, Vicari, Felipe; Lazzari, Kurtic, Missiroli, Murgia, Fares; Floccari, Petagna. Allenatore: Semplici

Genoa (3-5-2): Radu; Gunter, Romero, Zukanovic; Lazovic, Lerager, Radovanovic, Mazzitelli, Criscito; Pandev, Kouamé. Allenatore: Prandelli

93' Il Napoli vince 2-0 a Frosinone

Il Napoli torna a vincere, batte 2-0 il Frosinone e blinda qualificazione in Champions League e secondo posto. I partenopei hanno segnato un gol per tempo, prima Mertens e poi Younes. Nel finale ha ritrovato il campo Raul Albiol che è mancato tantissimo al Napoli. Frosinone di fatto in Serie B.

73' Nel Napoli entra Verdi

Prima sostituzione per il Napoli. Carlo Ancelotti toglie Younes, autore di un bel gol, dentro Simone Verdi, che si posizionerà sulla fascia sinistra nel 4-4-2 dei partenopei.

Occasione Il volo di Ospina

Azione molto concitata del Frosinone che cerca il gol che può riaprire la partita. Di tutto accade nell'area di rigore del Napoli, il portiere Ospina, schierato a sorpresa al posto di Meret, vola e supera addirittura i tabelloni pubblicitari. Il colombiano riprende a giocare regolarmente.

49' Raddoppia il Napoli, ha segnato Younes

Il Napoli raddoppia, sponda di Milik che appoggia per Younes che davanti a Sportiello non sbaglia. Frosinone 0 Napoli 2. La partita sembra chiusa. Il tedesco, al secondo gol in Serie A, inizia l'azione e con una bella serpentina salta due avversari prima di mettere il pallone nell'angolino.

45' Fine primo tempo

Le squadre tornano negli spogliatoi. Il Napoli sta dominando, pur senza spingere sull'acceleratore, ma il punteggio è solo di 1-0 e quindi il Frosinone resta in partita. Il gol che decide l'incontro lo ha realizzato Mertens, che su punizione ha realizzato l'81° gol in campionato con il Napoli.

40' Chance per Callejon

Il Napoli non alza il ritmo, ma comunque produce occasioni da gol. Mertens ci riprova su punizione, pallone alto. Poi ha una grande occasione Callejon che da buona posizione non è lesto e soprattutto non è freddo, calcia male e rende facile la vita a Sportiello.

Bravo Mertens eguaglia Maradona: 81 gol per entrambi in Serie A con il Napoli

Con una punizione favolosa Mertens batte Sportiello e segna il gol dell'1-0, un gol che rende più sereno il Napoli che deve vincere per blindare la qualificazione in Champions. ‘Ciro' Mertens ha segnato così l'81° gol in campionato con la maglia partenopea e così ha eguagliato Diego Armando Maradona. Un bel traguardo quello raggiunto dal belga, che adesso si mette a caccia del record di Hamsik.

18' Punizione di Mertens, 81° gol con il Napoli in Serie A

Mertens calcia in modo meraviglioso e batte Sportiello, Napoli in vantaggio. Punizione splendida e eguagliato Maradona: per entrambi 81 gol in Serie A con la maglia partenopea, 106° considerando tutte le competizioni: Frosinone 0 Napoli 1, gol importante che sblocca la partita.

8' Occasione per Pinamonti

Mentre i tifosi del Napoli intonano cori contro il presidente De Laurentiis, il Frosinone si procura una palla gol, la difesa partenopea si fa sorprendere, Pinamonti da buona posizione colpisce, il pallone termina al lato. Si resta sul punteggio iniziale.

1' Via

Inizia Frosinone-Napoli.

Scelta Ospina a una presenza dalla conferma

Carlo Ancelotti ha deciso di confermare in porta David Ospina, una scelta sorprendente perché Meret aveva già rifiatato contro l'Atalanta. Ospina difenderà così i pali del Napoli per la ventiquattresima volta in questa stagione. Così la conferma del colombiano si avvicina ulteriormente. Perché nel contratto d'acquisto di Ospina, preso in prestito dall'Arsenal, era stato stabilito che alla 25esima presenza l'acquisto sarebbe diventato definitivo. Dunque Ospina è a un passo dalla conferma.

Così in campo Le formazioni di Frosinone-Napoli

Ancelotti sceglie ancora Ospina come portiere, in panchina Meret. A centrocampo in mezzo Fabian e Zielinski, sulla fascia Younes. Davanti Mertens e Milik. Trotta preferito a Ciofani e Ciano. Il giovane ex Sassuolo affiancherà in attacco il caldissimo Pinamonti.

Anticipi Pari tra Inter e Juve, vincono Roma e Bologna

Negli anticipi hanno vinto in casa il Bologna e la Roma. Mihajlovic e i suoi in rimonta hanno piegato l'Empoli (gol di Pajac, Soriano, Orsolini, Sansone) e hanno ottenuto la salvezza, mentre i giallorossi hanno passeggiato con il Cagliari (Fazio, Pastore e Kolarov) e sono passati al quarto posto. 1-1 in Inter-Juventus, reti di Nainggolan e Cristiano Ronaldo.

Salvezza e Champions Il programma della 34a giornata

Solo due partite nel pomeriggio. Chievo-Parma e Spal-Genoa. I veronesi dopo il colpaccio della scorsa settimana in casa della Lazio vogliono continuare a onorare il campionato, mentre la squadra di D'Aversa cerca i punti della matematica salvezza. Situazione identica a quella del Parma per Spal e Genoa, che hanno la possibilità di togliersi definitivamente dalle sabbie mobili. Alle 18 Sampdoria-Lazio, il posticipo è Torino-Milan.

Le scelte Le probabili formazioni di Frosinone-Napoli

Baroni se la gioca con gli uomini che gli hanno comunque dato buonissimi risultati in queste ultime settimane, dunque Pinamonti e Ciofani in avanti. Napoli letteralmente con i giocatori contati, fuori anche Insigne e Allan. In difesa c'è Luperto, a metà campo tocca a Verdi. Davanti Milik e Mertens.

Tre punti Frosinone e Napoli devono vincere

Frosinone-Napoli è la partita che apre il programma domenicale della 34a giornata di Serie A. Questo match promette spettacolo. Perché i ciociari devono vincere assolutamente, se non ci riusciranno matematicamente saranno in Serie B o domani o la settimana prossima, al massimo; e perché gli azzurri vogliono chiudere un mese di aprile orrendo, 1 vittoria, 1 pareggio, 4 sconfitte. E conquistando i tre punti il Napoli blinderebbe qualificazione in Champions e secondo posto.