94' Lazio ko con il Chievo, il Toro vede la Champions

Pomeriggio importante per la Serie A. Vincono e vedono da vicino il traguardo salvezza la Spal, che ha battuto 4-2 l'Empoli, il Bologna, che ha sconfitto 3-0 la Sampdoria, e il Cagliari che di misura si impone sul Frosinone, a un passo dalla retrocessione matematica. Mentre il Torino con il successo sul Genoa rivede il quarto posto. Lazio clamorosamente battuta 2-1 in casa dal Chievo già retrocesso. Pareggiano 1-1 invece Udinese e Sassuolo.

87' 4-2 della Spal

Poker della Spal, ha segnato Mirko Antenucci. Contropiede perfetto quello degli emiliani che arrivano da un'area di rigore all'altra con pochissimi tocchi e segna il gol del 4-2, molto bella la conclusione dell'attaccante spallino. Per l'Empoli adesso in classifica si mette malissimo.

81' 3-0 del Bologna, papera di Audero e gol di Orsolini

Il Bologna chiude i conti, 3-0 alla Sampdoria, gol di Orsolini. Sulla marcatura del giocatore rossoblu c'è stato un errore notevolissimo di Audero, che sta vivendo una giornata estremamente negativa.

79' Pareggio dell’Udinese, gol di Okaka

L'Udinese trova il pareggio con il Sassuolo, ha segnato Okaka, 1-1. Continua a fare gol il giocatore cresciuto nella Roma che segna un gol molto pesante. I friulani hanno bisogno di muovere la classifica e anche un punticino sarebbe utilissimo a Tudor.

67' La Lazio accorcia, gol di Caicedo: 1-2 con il Chievo

La Lazio riapre la partita con Caicedo, che riceve da Correa e batte Semper. Il Chievo resta sempre in vantaggio, conduce 2-1 e ha un uomo in più.

69' Pulgar raddoppia, 2-0 del Bologna

Audero oggi tutt'altro che irreprensibile, questa volta è stato sorpreso da una bella punizione di Pulgar, che trova un angolo complicato, ma che ha calciato anche da posizione molto defilata. Il Bologna raddoppia e vede la salvezza sempre più vicina.

64' 3-2 della Spal, doppietta di Petagna

La Spal torna in vantaggio, ha segnato ancora il bomber Petagna, 3-2 sull'Empoli. Il centravanti degli emiliani prende spazio, e dopo averlo mantenuto decide di calciare dalla distanza, il pallone che scaglia dalla distanza è potentissimo e si conficca nell'angolino. La Spal vede la salvezza.

61' 1-0 del Torino, gol di Ansaldi che non esulta

Il Torino passa a Marassi, ha segnato Ansaldi. Il difensore dell'argentino riceve un bel pallone da Berenguer e da posizione angolata batte Radu e realizza il gol dell'1-0. Il gol dell'ex di Ansaldi inguaia ulteriormente i Grifoni e mette il Toro a un passo dalla zona Champions. L'argentino non esulta e chiede scusa ai suoi vecchi tifosi.

53' Gol del Bologna, 1-0 alla Sampdoria

Audero e Tonelli sbagliano, Sansone ne approfitta e regala il vantaggio al Bologna, 1-0. Pulgar calcia benissimo una punizione, il pallone si stampa sulla traversa, quando il pallone torna in gioca sullo stesso si avventano Tonelli e Audero, sbagliano entrambi, Sansone arriva, colpisce e insacca. Riguardando le immagini però non si vede il tocco del 10 del Bologna, è autorete di Tonelli.

55' Vignato e Hetemaj, Lazio-Chievo 0-2, che sorpresa all’Olimpico

Uno-due tremendo del Chievo che segna due gol alla Lazio, prima fa festa Vignato, primo gol in Serie A, e poi Hetemaj. Emmanuel Vignato è un giocatore del 2000 che Di Carlo sta facendo giocare in queste ultime giornate. Per la Lazio è una mazzata tremenda.

47' 2-2 dell’Empoli, gol di Traoré

Che bella azione dell'Empoli. Fa tutto Traoré che inizia l'azione, serve Mchedlidze, chiama il passaggio lo riceve e con un bel tiro non lascia scampo a Viviano, 2-2. Partita bellissima a Empoli, dove si gioca una sfida chiave per la zona retrocessione.

45' Fine primo tempo

All'intervallo tornano in vantaggio negli spogliatoi il Cagliari (1-0 sul Frosinone), la Spal (2-1 sull'Empoli) e il Sassuolo (1-0 sul campo dell'Udinese). Sono invece sullo 0-0: Lazio-Chievo, Milinkovic-Savic è stato espulso, Genoa-Torino e Bologna-Sampdoria.

44' Gol di Floccari, 2-1 della Spal sull’Empoli

La Spal al 44′ sorpassa l'Empoli, ha segnato Floccari. Un gol di rapina dell'esperto attaccante che riceve un pallone dalla fascia destra e con l'astuzia da vecchia volpe dell'area di rigore riesce a beffare i centrali dell'Empoli e supera il portiere Dragowski, 2-1.

34' Lazio in 10, espulso Milinkovic-Savic

La Lazio giocherà per oltre un tempo con l'uomo in meno. L'arbitro ha espulso Milinkovic-Savic, rosso diretto per il serbo che ha dato un calcione a Stepinski. Un gesto davvero sciocco e dannoso, che sorprende anche chi sta commentando la partita in diretta. Una mazzata per la Lazio che non potrà utilizzare il serbo per almeno un paio di partite. Inzaghi corre ai ripari e rinforza il centrocampo con Parolo, che prende il posto di Patric.

Ko Serio infortunio per Sturaro

Un duro contrasto con Meité costa carissimo a Sturaro, che è costretto a lasciare il campo in barella. L'ex juventino è un ottimo giocatore, ma è ahi lui un campione di sfortuna. Sturaro spesso è stato ai box e adesso ci si augura che il problema non sia estremamente serio.

38' Pareggia la Spal, rigore di Petagna, 1-1 a Empoli

La Spal trova il pari su calcio di rigore, trasformato da Petagna, 1-1. L'arbitro in un primo momento non aveva decretato il calcio di rigore, ma dopo aver rivisto le immagini al Var ha cambiato idea. 12° gol in campionato per il centravanti della Spal.

28' Annullato un gran gol di Dzemaili

Con un tiro favoloso di Dzemaili il Bologna trova il vantaggio sulla Sampdoria. Il centrocampista svizzero sfrutta un rimpallo, si coordina e sgancia una conclusione fantastica batte Audero, che non era posizionato benissimo. Dopo due minuti l'arbitro però annulla, perché al momento del cross di Soriano il pallone era uscito.

31' Udinese 0 Sassuolo 1, gol di Sensi

A Udine passa in vantaggio il Sassuolo ha segnato Stefano Sensi, 1-0. Un errore in disimpegno di Troost-Ekong rende facile la vita al Sassuolo, Berardi serve Sensi che con una staffilata batte il portiere argentino Musso. Il Sassuolo in questo momento sale a 40 punti, quella che è la quota salvezza.

27' Joao Pedro su rigore, 1-0 del Cagliari

Al 25′ l'arbitro Abisso decreta un calcio di rigore per il Cagliari, dal dischetto si presenta Joao Pedro. Dopo un controllo molto lungo degli arbitri che sono al Var il brasiliano batte e fa gol. 1-0 del Cagliari. Sportiello si butta prima e lascia un angolo enorme a un bravo tiratore come Joao Pedro, che realizza il settimo gol in questo campionato.

22' Empoli 1 Spal 0, gol di Caputo

L'Empoli passa in vantaggio al 22′, ha segnato Ciccio Caputo. Sugli sviluppi di un corner Krunic allunga il pallone, Caputo è solo e con furbizia e tanto mestiere si abbassa, colpisce di testa e insacca, 1-0. Gol pesante non solo per questa partita, ma per tutta la zona salvezza.

14' La Lazio perde Radu, il difensore costretto a uscire

Contro il Chievo la Lazio cerca i tre punti, al 14′ però Inzaghi perde a causa di un infortunio il difensore rumeno Radu, al suo posto entra Luiz Felipe. Effettua il primo cambio così la Lazio subito in avvio di partita. Radu esce sulle sue gambe ma difficilmente recupererà per la semifinale di Coppa Italia.

1' Via

Iniziano le partite delle ore 15 della 33a giornata di Serie A, il clou è Lazio-Chievo, con i padroni di casa che vogliono avvicinarsi ulteriormente alla zona Champions.

97' Parma-Milan 1-1

Finisce in pareggio il match tra il Parma e il Milan, un risultato tutto sommato giusto. Un punto importante per il Parma che si avvicina ulteriormente alla salvezza, un mezzo passo falso per il Milan che non riesce a sfruttare le partite complicate di Roma e Atalanta le rivali dirette per il quarto posto, e ora rischia di avere il fiato sul collo pure della Lazio.

Le scelte Le formazioni delle partite delle 15

BOLOGNA-SAMPDORIA

Bologna (4-2-3-1): Skorupski; Mbaye, Danilo, Lyanco, Kreijci; Dzemaili, Pulgar; Orsolini, Soriano, Sansone; Palacio.

Sampdoria (4-3-1-2): Audero; Sala, Tonelli, Andersen, Murru; Praet, Ekdal, Linetty; Ramirez; Defrel, Quagliarella.

CAGLIARI-FROSINONE

Cagliari: Cragno; Srna, Ceppitelli, Klavan, Lykogiannis; Faragò, Cigarini, Ionita; Birsa; Joao Pedro, Pavoletti
Frosinone: Sportiello; Goldaniga, Ariaudo, Capuano, Zampano; Paganini, Maiello, Valzania, Beghetto; Ciano, Ciofani

EMPOLI-SPAL

Empoli (3-5-2): Dragowski; Nikolaou, Maietta, Veseli; Dell'Orco, Bennacer, Capezzi, Traore, Di Lorenzo; Krunic, Caputo; 

Spal (3-5-2): Viviano; Cionek, Vicari, Bonifazi; Lazzari, Murgia, Missiroli, Kurtic, Costa; Petagna Floccari

GENOA-TORINO

Genoa (3-5-2): Radu; Romero, Radovanovic, Zukanovic; Lazovic, Lerager, Veloso, Sturaro, Criscito; Lapadula, Sanabria;
Torino (3-4-2-1): Sirigu; Izzo, N’Koulou, Moretti; Ola Aina, Rincon, Meité, Ansaldi; Berenguer, Baselli; Belotti.

LAZIO-CHIEVO

Lazio (3-5-2): Strakosha; Patric, Acerbi, Radu; Marusic, Milinkovic Savic, Badelj, Luis Alberto, Durmisi; Caicedo, Immobile

Chievo (4-4-2): Semper; Barba, Cesar, Bani, Depaoli; Hetemaj, Rigoni, Leris; Vignato; Stepinski, Meggiorini

UDINESE-SASSUOLO

Udinese (3-4-3): Musso;De Maio, Ekong, Samir; Larsen, Fofana, Mandragora, D'Alessandro; Pussetto, Okaka, De Paul.
Sassuolo (3-4-3): Consigli; Rogerio, Ferrari, Magnani, Lirola; Magnanelli, Sensi, Demiral; Boga, Berardi, Bourabia;

87' Splendida punizione di Bruno Alves, 1-1 del Parma

Punizione alla Messi di Bruno Alves e il Parma trova il pari con il Milan. Il difensore portoghese si presenta al limite dell'area di rigore e con un tiro perfetto mette il pallone vicinissimo al palo, Donnarumma guarda, soffia, spera, ma il pallone si insacca, 1-1.

77' Cutrone problemi alla caviglia, ma resta in campo

Il Milan rischia di chiudere la partita in 10, ha problemi alla caviglia Cutrone. Il giovane attaccante dopo un duro scontro nell'area rossonera con un giocatore del Parma ha subito un infortunio, ma i cambi sono finiti e Gattuso ha ordinato al giocatore di rimanere in campo. A Cutrone è stato dato un antinfiammatorio.

69' 1-0 del Milan, gol di Castillejo

Il Milan trova il vantaggio, ha segnato Castillejo. L'asse spagnolo regala l'1-0 ai rossoneri. Suso va sulla fascia e con forza mette in mezzo, Castillejo si inserisce bene e con un colpo di testa potentissimo gela Sepe. Gol pesantissimo per i rossoneri.

58' Milan con due punte vere, entra Cutrone

Il Milan deve vincere. Gattuso manda in campo anche Cutrone che affiancherà il polacco Krzysztof Piatek. Il Milan ora giocherà con il 3-4-1-2. Borini esterno a centrocampo, Calhanoglu centrale, Suso in veste da trequartista.

45' Fine primo tempo

Un bel Parma nei primi quarantacinque minuti. La squadra di D'Aversa ha giocato molto meglio del Milan ma non è riuscito a trovare il gol del vantaggio, che sarebbe stato meritato. Il Milan si è difeso e non è riuscito mai a pungere in tutto il primo tempo.

38' Occasione per il Parma, errore di Gervinho

Anche nel finale di tempo il Parma fa la partita. Il Milan si salva al 38′. Sugli sviluppi di un corner Ceravolo stacca di testa, Donnarumma vola e respinge, sul pallone ci va Gervinho che da buona posizione e con la porta spalancata calcia altissimo.

18' La meravigliosa rovesciata di Kucka

Il Parma crea un'azione meravigliosa, la chiude con una rovesciata favolosa Kucka, che cerca il gol dell'anno. Il pallone esce di un soffio. Con tre passaggi la squadra di D'Aversa crea un'occasione, il centrocampista slovacco si inserisce con i tempi perfetti e con un gesto fantastico cerca la rovesciata d'autore, come quella di Ronaldo contro la Juve, il gol lo sfiora, ma il gesto resta.

13' Il Parma chiede un calcio di rigore

Il Milan si fa sorprendere da una combinazione tra Gervinho e Ceravolo che entra in area di rigore e insegue il pallone, Donnarumma esce, tocca il pallone, ma abbatte pure l'attaccante. L'arbitro Valeri dice che il penalty non c'è, mentre il Tardini esplode. Il Var conferma la decisione del direttore di gara.

3' Bakayoko, problema alla caviglia dopo l’entrata di Kucka

Duro contrasto a centrocampo tra Kucka e Bakayoko, lo slovacco interviene in modo durissimo, il centrocampista francese resta a terra. C'è preoccupazione in casa Milan, si scalda Biglia mentre i medici rossoneri valutano le condizioni dell'ex Chelsea.

1' Via

Inizia Parma-Milan.

Così in campo Le formazioni ufficiali di Parma-Milan

Il Parma si scopre, se la gioca con il 3-5-2, davanti Gervinho e Ceravolo. 4-3-3 previsto per il Milan, Gattuso in avanti schiera Borini con Piatek e Suso, a metà campo Calhanoglu. In difesa torna Conti, in porta c'è Donnarumma, che ha saltato le ultime due partite.

Le scelte Come giocherà il Milan contro il Parma

Piatek sarà ancora titolare, anche se c'è stato il ballottaggio con Cutrone che da quando è arrivato il polacco ha trovato pochissimo spazio. Nel tridente ci saranno anche Suso e Borini. Spostato invece a centrocampo Calhanoglu, in porta torna Donnarumma, in panchina invece Paquetà.

Classifica cannonieri Quagliarella, Piatek o Zapata? Ma attenzione a CR7

Mentre tutte le squadre giocano partite importanti in cui cercheranno di ottenere l'obiettivo prefissato a inizio stagione, c'è anche chi sta lottando per la classifica dei marcatori. La lotta per lo scettro è a quattro, con il calciatore favorito per il titolo dei cannonieri a inizio stagione che parte dalla seconda fila. Quagliarella ha segnato 22 gol e guarda tutti dall'alto, contro il Bologna cercherà di segnare ancora. Alle sue spalle c'è Piatek, che è salito a quota 21 e dopo essere arrivato in doppia cifra con il Genoa cerca di riuscirci anche con il Milan (con cui ha segnato 9 gol). Duvan Zapata sornione di gol ne ha segnati 20, e assisterà davanti alla tv alle partite dei suoi contendenti. E poi c'è CR7, autore di 19 gol, che ha saltato le ultime sei e non segna in Serie A da quasi due mesi.

Festa Juve, un punto dalla scudetto

Alle 18 scende in campo la Juventus che se, almeno, pareggerà contro la Fiorentina vincerà l'ottavo scudetto consecutivo. I bianconeri ritrovano in campionato Cristiano Ronaldo che in campionato non gioca addirittura dal 3 marzo e che in Serie A non segna dal 15 febbraio (contro il Frosinone). Il posticipo è Inter-Roma, una partita che vale tantissimo in chiave Champions. L'Inter è al terzo posto, la Roma è quinta e soprattutto è reduce da due vittorie consecutive. Lunedì, con calcio d'inizio alle ore 19, si gioca Napoli-Atalanta. I partenopei cercheranno di mettersi alle spalle l'eliminazione in Europa League, mentre i nerazzurri cercano tre punti per la Champions.

Sfide importanti Nel pomeriggio la lotta salvezza, la Lazio, il Toro e la Sampdoria

Ricchissimo il programma delle gare pomeridiane, ben sei. Quella più importante per l'alta classifica è Lazio-Chievo, una gara sulla carta scontata tra una squadra che vuole la Champions e una che è retrocessa domenica scorsa, ma Inzaghi ha chiesto ai suoi di tenere alta la guardia. Si incrociano la salvezza e l'Europa in Genoa-Torino, ritorna Belotti, e Bologna-Sampdoria, con Quagliarella che vuole difendere la leadership nella classifica dei cannonieri. Punti salvezza invece in palio in Empoli-Spal, Udinese-Sassuolo e Cagliari-Frosinone. Ferraresi, bianconeri friulani e sardi hanno la chance di mettersi al sicuro con larghissimo anticipo.

Lunch match Si parte con Parma-Milan

Parma-Milan apre il programma della 33a giornata. Il match del ‘Tardini' è importante soprattutto per i rossoneri che vincendo 1-0 con la Lazio sette giorni fa si sono riportati al quarto posto e conquistando altri tre punti metterebbero tanta pressione alle inseguitrici. Il Parma però sarà battagliero, perché la salvezza matematica ancora non l'ha conquistata.