92' Arsenal-Milan 3-1

L'Arsenal batte il Milan 3-1 e si qualifica per i quarti di finale di Europa League. Per l'Italia resta in corsa solo la Lazio. Eliminate Lione e Borussia Dortmund, buttate fuori dal torneo da CSKA Mosca e Salisburgo.

86' 3-1 dell’Arsenal, doppietta di Welbeck

L'Arsenal nel finale segna un altro gol. Wilshere pennella per Ramsey che colpisce di testa a botta sicura, Donnarumma è prodigioso, il pallone vaga nell'area di rigore, Welbeck si fionda e di testa realizza il gol del 3-1. Doppietta per il centravanti dei Gunners.

71' Errore di Donnaumma, gol di Xhaka, 2-1 dell’Arsenal

L'Arsenal passa in vantaggio, il gol è di Xhaka. Lo svizzero ci prova dalla distanza, il tiro è potente, ma centrale. Donnarumma si tuffa, ma posiziona le mani molto male e commette un errore grave e banale, il pallone finisce in porta, 2-1 Arsenal.

70' Kalinic entra in campo e ha subito una palla gol

Gattuso toglie Cutrone e manda in campo Kalinic, il croato è subito pericoloso riceve un pallone splendido di Bonucci e colpisce di testa, il pallone è lento e centrale, Ospina blocca. Poco dopo entrano anche Elneny per Mkhitaryan e Bonaventura e Calhanoglu.

55' Ci provano Mkhitaryan e Suso

L'Arsenal inizia meglio la ripresa. Il Milan lascia campo ai Gunners che con la solita serie di passaggi riescono facilmente a giungere fino all'area di rigore dei rossoneri. Solo una volta però riescono a essere pericolosi. Ozil con un tocco splendido serve Mkhitaryan che impegna Donnarumma. Il Milan rapidamente capisce che deve cambiare ritmo e ha una grande occasione con Suso, che spreca calciando al lato.

45' Arsenal-Milan all’intervallo è 1-1

Un finale di tempo bellissimo all'Emirates dove Arsenal e Milan tornano negli spogliatoi sull'1-1. Nel giro di quattro minuti hanno segnato Calhanoglu e Welbeck, su rigore. 0-0 tra Salisburgo e Borussia Dortmund. CSKA Mosca in vantaggio a Lione, il gol di Golovin pareggia l'1-0 dei francesi dell'andata.

39' Rigore dubbio, pareggio dell’Arsenal, gol di Welbeck

Pareggio immediato dell'Arsenal, ma le discussioni non termineranno presto. Perché il giudice di porta segnale all'arbitro un fallo di Rodriguez su Welbeck, che in realtà pare non esserci.

Dal dischetto lo stesso Welbeck spiazza Donnarumma e segna, 1-1.

35' Gran gol di Calhanoglu, Milan in vantaggio sull’Arsenal

1-0 Milan, gol di Calhanoglu. Bellissimo il gol del centrocampista che indossa la maglia numero 10 del Milan che con un tiro a giro meraviglioso non lascia scampo a Ospina. La qualificazione torna in bilico.

120' Gol di Battaglia, Plzen-Sporting 2-1. Portoghesi ai quarti dopo i supplementari

Un gol nel primo tempo supplementare di Battaglia permette allo Sporting Lisbona di qualificarsi per i quarti di finale di Europa League, svanisce così il sogno del Plzen che era stato bravo a recuperare nei tempi regolamentari il 2-0 subito all'andata.

10' Koscielny ko, entra Chambers

Si ferma Koscielny, si accovaccia e chiede subito il cambio, entra al suo posto Chambers, l'unico centrale a disposizione in panchina. La fascia di capitano passa sul braccio di Wilshere. L'Arsenal brucia il primo cambio dopo pochissimi minuti.

1' Occasione Milan dopo 40 secondi

Dopo una quarantina di secondi il Milan ha già una palla gol. Borini e Suso scappano, il pallone arriva sui piedi di André Silva che calcia in porta, ma lo fa male. Il pallone termina sull'esterno della rete.

1' Via Arsenal-Milan

Iniziano Arsenal-Milan, Lione-CSKA e Salisburgo-Borussia Dortmund. Plzen e Sporting iniziano i supplementari. Il Milan gioca con il 4-4-2, in avanti Cutrone e André Silva, Borini in difesa. 4-3-3, ma pieno di centrocampisti per l'Arsenal. Il centravanti è Welbeck.

Festa con caduta Inzaghi si qualifica, festeggia e cade a Kiev

La Dinamo Kiev non perdeva in casa da dieci mesi, la Lazio è riuscita a espugnare Kiev, ha vinto 2-0 e ha raggiunto i quarti. Simone Inzaghi ha festeggiato il successo con vera gioia, ma mentre stava raggiungendo la panchina è scivolato, ed è caduto. Poco male, Inzaghi si è rialzato rapidamente e ha continuato a festeggiare.

A post shared by Calciatori Ignoranti (@calciatoriignoranti) on

94' Lazio ai quarti, Mancini fuori, Plzen e Sporting ai supplementari

Impresa della Lazio che vince 2-0 con la Dinamo Kiev e si qualifica per i quarti di finale, gol di Lucas Leiva e de Vrij. Bas Dost sbaglia un rigore nel finale e spedisce lo Sporting ai supplementari, 2-0 del Plzen. Il Marsiglia vince 2-1 a Bilbao e passa, fuori lo Zenit di Mancini, che pareggia 1-1 con il Lipsia.

83' Raddoppia la Lazio, zampata di de Vrij e 2-0

2-0 della Lazio che è di fatto ai quarti. Sugli sviluppi di un corner arriva un altro gol della squadra di Inzaghi, decisiva è la zampata di de Vrij, che colpisce e chiude i conti. Splendida vittoria per la Lazio.

82' Zenit-Lipsia, Werner fallisce un rigore

Fallo di Mevlja su Timo Werner e rigore netto. Decisione corretta da parte di Orsato. Dal dischetto si presenta lo stesso Werner che calcia male e rende semplice il conto di Lunev che intuisce e respinge.

79' Gol di Williams e rosso di Aduriz

Sotto un violento acquazzone, tutt'altro che una novità a Bilbao, l'Athletic accorcia le distanze con Inaki Williams e rende meno pesante il passivo complessivo, ma il bomber Aduriz poco dopo si fa espellere dopo un fallaccio su Ocampos.

65' Ancora Bakos, 2-0 del Plzen allo Sporting

Ha avuto un paio di grosse occasioni per chiudere i giochi lo Sporting non le ha sfruttate e ora paga quegli errori a caro prezzo. Bakos segna ancora, porta il Plzen sul 2-0, se l'incontro finisse così si andrebbe ai tempi supplementari.

Scontri Bilbao, tifosi del Marsiglia feriscono due guardie del San Mames, una è grave

Poco prima dell'inizio del match tra Athletic Bilbao e Marsiglia ci sono stati violenti scontri. Le prime notizie parlano di due feriti, di cui uno piuttosto grave. Si tratterebbe di due guardie di sicurezza del nuovo e bellissimo San Mames. Uno dei feriti pare sia stato pugnalato all'altezza del collo e le sue condizioni non lasciano tranquilli. Dopo l'avvio del match i tifosi del Marsiglia hanno anche lanciato dei fumogeni sulle tribune occupate dai tifosi baschi.

Così in campo Arsenal-Milan, le formazioni: dall’inizio Borini, Cutrone e André Silva

55' Ocampos, 2-0 Marsiglia

Il Marsiglia chiude definitivamente i conti con Lucas Ocampos, l'ex di Genoa e Milan, grande protagonista all'andata raddoppia porta il totale, tra andata e ritorno, di Marsiglia-Athletic Bilbao sul 5-1. Rudi Garcia è ai quarti.

53' Errore clamoroso di Patric

La Lazio ha il matchpoint, ma Patric sbaglia un gol già fatto. La difesa della Dinamo rinvia con paura e con poca attenzione, il pallone finisce sui piedi del catalano che con la porta spalancata calcia alle stelle.

46' Via alla ripresa

Si ricomincia. La Lazio conduce 1-0 sulla Dinamo Kiev, gol di Lucas Leiva, risultato ideale perché all'andata è finita 2-2. In bilico Zenit-Lipsia 1-1 al 45′ (1-2 all'andata) e Plzen-Sporting 1-1 al 45′ (0-2 all'andata), mentre è chiusa la doppia sfida tra Marsiglia e Athletic Bilbao, dopo il 3-1 di sette giorni fa i francesi conducono anche in terra basca, gol di Payet.

45' Lo Zenit pareggia con il Lipsia

Proprio allo scadere del primo tempo trova l'1-1 con il Lipsia la squadra di Roberto Mancini, il gol è di Driussi servito magistralmente da Criscito. La qualificazione torna in bilico, lo Zenit deve segnare un altro gol per giocare almeno i supplementari. All'intervallo avanti di misura Lazio, Marsiglia e Plzen.

42' La Lazio protesta a Kiev

Nel finale del primo tempo la Lazio si lamenta e parecchio, con Immobile e Inzaghi, per un intervento irregolare del portiere della Dinamo Kiev Boyko, che ha nettamente colpito il pallone con le mani fuori dall'area di rigore. L'errore è grossolano da parte della terna arbitrale.

38' Payet su rigore, mezza qualificazione in tasca per il Marsiglia

Payet stesso da Leque, rigore netto per il Marsiglia. Lo stesso centrocampista offensivo si presenta dal dischetto aspetta il movimento del portiere Herrerin e mette il pallone nell'angolino. Settimo gol in questa manifestazione per l'ex West Ham. Il Marsiglia, vincitore 3-1 all'andata, sembra in una botte di ferro.

23' Zenit-Lipsia 0-1, gol di Augustin. Per Mancini ora è durissima

Lipsia avanti a San Pietroburgo. Mancini si stava arrabbiando in panchina, aveva visto i suoi con poco mordente. Il Lipsia lo ha capito e con un'azione manovrata ha trovato l'1-0, assist di Timo Werner e gol del francese Jean-Kevin Augustin.

23' Lucas Leiva, 1-0 Lazio

Lazio in vantaggio sulla Dinamo Kiev, gol di Lucas Leiva. Il brasiliano sfrutta un'uscita sbagliata del portiere Boyko colpisce di testa in modo perfetto e realizaz il gol dell'1-0, che in questo momento qualifica la Lazio. Altrettanto bello l'assist di Luis Alberto.

20' Giallo per Luiz Felipe, Luis Alberto ci prova, ma Boyko c’è

Inizio di partita molto combattuto a Kiev, dove la Lazio ci prova ma non riesce a sfondare. Gli animi sono naturalmente anche un po' accesi. Si becca un giallo di Luiz Felipe per una dura entrata su Junior Moraes. Poco dopo ci prova senza fortuna Luis Alberto.

6' Plzen-Sporting 1-0

Colpo di testa vincente e gol di Bakos che anticipa anche il compagno Zeman e di testa supera Rui Patricio. Il Plzen all'andata è stato sconfitto per 2-0 e inizia bene la gara di ritorno, la rimonta adesso non è impossibile.

1' Inizia Dinamo Kiev-Lazio

Si parte. Prendono il via le quattro partite in programma alle 19 degli ottavi di ritorno di Europa League. La sfida principale è Dinamo Kiev-Lazio, le altre Plzen-Sporting, Athletic Bilbao-Marsiglia e Zenit-Lipsia.

90' Atletico Madrid straripante, 5-1 alla Lokomotiv, doppietta di Fernando Torres

Dopo il 3-0 della gara di andata l'Atletico Madrid vince anche nel ritorno contro la Lokomotiv Mosca, sconfitta a domicilio per 5-1. Correa e Rybus segnano nei primi venti minuti. Nella ripresa è show ‘Colchoneros' con i gol di Saul, Torres (doppietta) e Griezmann. L'Atletico conferma di essere la squadra nettamente favorita per la vittoria dell'Europa League.

Così in campo Dinamo Kiev-Lazio, le formazioni: Luis Alberto, Felipe Anderson alle spalle di Immobile

Return match In campo l’Atletico, lo Zenit di Mancini e il Marsiglia

Il programma degli ottavi di finale:

Ore 17: Lokomotiv Mosca-Atletico Madrid (andata 0-3); ore 19: Dinamo Kiev-Lazio (andata 2-2); Athletic Bilbao-Marsiglia (andata 1-3); Plzen-Sporting Lisbona (andata 2-2); Zenit San Pietroburgo-Lipsia (andata 1-2); ore 21.05: Arsenal-Milan (andata 2-0), Lione-CSKA Mosca (andata 1-0), Salisburgo-Borussia Dortmund (andata 2-1).

Ottavi Lazio e Milan obbligate a vincere

Lazio e Milan stasera vanno a caccia degli ottavi di finale di Europa League. La Lazio alle 19 inizia il suo incontro con la Dinamo Kiev, all'andata finì 2-2. Ciò significa che per passare il turno la squadra di Inzaghi deve vincere o pareggiare dal 3-3 in su. Complicata la situazione del Milan, sconfitto a San Siro sette giorni fa per 2-0 dall'Arsenal. All'Emirates Gattuso deve vincere con due gol di scarto, il 2-0 finale porterebbe tutti ai supplementari. Biancocelesti e rossoneri cercheranno di emulare Juventus e Roma che si sono qualificate per i quarti di Champions League.