Tutto facile per l'Inter contro il Genoa. La formazione di Luciano Spalletti ha regolato con un perentorio 5-0 quella di Juric nel primo anticipo del sabato dell'11a giornata di Serie A. Nessun problema per i nerazzurri che non si sono lasciati distrarre dal pensiero del prossimo impegno casalingo in Champions contro il Barcellona. Nerazzurri in gol con Gagliardini (doppietta), Politano, un super Joao Mario (che con il gol ha impreziosito un'ottima prestazione) e del recuperato Nainggolan, ma buone indicazioni sono arrivate da Brozovic, Dalbert. Giornata dunque da incorniciare per un'Inter sempre più convinta dei propri mezzi, capace di rispondere al Napoli e portarsi momentaneamente a meno 3 dalla Juve.

Spalletti punta su Lautaro Martinez e conferma Joao Mario. Sorpresa Genoa, fuori Piatek

Luciano Spalletti punta su Lautaro Martinez dal 1′, lasciando a riposo Mauro Icardi in vista della sfida di Champions contro il Barcellona. Conferma anche per Joao Mario, dopo la buona prova contro la Lazio. Juric stupisce tutti, lasciando in panchina il capocannoniere Piatek sostituito dal grande ex Pandev applaudito da tutto San Siro, vestito a festa con quasi 70mila spettatori. Pronti, via e l'Inter prende il pallino del gioco iniziando a spingere con decisione, con due chiare palle gol con Lautaro e Politano.

Gagliardini e Politano in gol, dominio Inter sul Genoa nel primo tempo

Brozovic fa girare palla alla perfezione con la squadra di casa che schiaccia gli avversari, dominando soprattutto a centrocampo. In 2′ i nerazzurri si portano sul doppio vantaggio e in entrambi i casa una grossa mano arriva dalla disastrosa difesa ospite: prima è Gagliardini ad approfittare del tocco di un avversario (Biraschi) su un tentativo di cross di Joao Mario per portare avanti i suoi , e poi ci pensa Politano che con una rapida girata sfrutta un assist ancora di Joao Mario e un liscio di Lazovic, anticipato dall'ex Sassuolo. Il Genoa è poca cosa, con l'unico brivido per l'Inter che arriva da un disastroso tocco di Handanovic che rischia un clamoroso autogol. Manovra nerazzurra più fluida, con i rossoblu che provano a sfruttare sporadiche ripartenze, senza troppa convinzione.

Gagliardini, Joao Mario e Nainggolan chiudono i conti.

L'intervallo non cambia il copione del match, con Juric che decide di ripartire dagli stessi 11 del primo tempo. 4′ e l'Inter trova il tris ancora con Gagliardini che gonfia la rete dopo un miracolo di Radu su Perisic. L'ingresso in campo di Piatek garantisce maggiore profondità al gioco del Genoa che riesce a tenere più in alto il pallone, con la girandola di cambi che prosegue con Veloso per Sandro, Keita per Politano, Borja Valero per Perisic e soprattutto Nainggolan per Brozovic. Nel finale gioia anche per uno dei migliori in campo Joao Mario che cala il poker con un gran gol e soprattutto per il ritrovato Nainggolan che cala il pokerissimo per un'Inter che c'entra la 7a vittoria consecutiva in campionato e può presentarsi dunque al confronto contro il Barcellona nel migliore dei modi.