Esattamente come lo scorso maggio, quando il Real Madrid vinse la Liga, anche oggi sono Karim Benzema e Cristiano Ronaldo a regalare a Zinedine Zidane i 3 punti in casa del Getafe. I blancos non giocano una grande gara al Coliseum Alfonso Perez ma lanciano un messaggio preciso al Barcellona: il Real c'è e se la vuole giocare fino alla fine.

Il fuoriclasse portoghese ha realizzato la prima rete stagionale nel campionato spagnolo mentre la punta francese ha raggiunto nella classifica marcatori "all-time" della squadra madrilena Franisco Gento con 182 reti. Tredicesima vittoria in trasferta per il Real di Zidane che batte il record storico (12) del Barcellona di Pep Guardiola: ennesimo primato per questa favolosa squadra.

Molina risponde a Benzema

La squadra campione di Spagna aveva trovato il vantaggio nei ultimi minuti della prima frazione con Karim Benzema che, dopo aver saltato due avversari, ha battuto Guaita con un destro a incrociare da destra a sinistra. Il centravanti francese raggiunge nella classifica marcatori "all-time" della squadra madrilena Franisco Gento con 182 reti, uno dei protagonisti del Real delle 5 Coppe dei Campioni consecutive.

Il Real è rientrato piuttosto molle nel secondo tempo e ha subito la rete del pareggio di Jorge Molina che devia un cross di Jimenez dalla destra e batte Kiko Casilla sul secondo palo. Le merengues non riescono a creare situazioni pericolose finché Zizou non fa alzare dalla panchina Isco, fuori dai titolari insieme a Modric, che riesce a dare una scossa e far salire l'intensità nella manovra madrilena.

Si sblocca Ronaldo

A 5′ dalla fine della gara arriva la svolta: grave errore di Antunes in marcatura su Cristiano Ronaldo che batte Guaita, realizzando la prima rete in Liga della stagione, e regala i 3 punti al Real Madrid. Il fuoriclasse portoghese poco prima si era reso protagonista di un errore a porta vuota ma la seconda volta non ha avuto pietà e ha infilato l'angolo lontano della porta del Getafe. Dopo 300′ di astinenza in Liga, CR7 torna al goal. Da evidenziare la grande palla di Isco per Ronaldo e il contromovimento del portoghese a disorientare il marcatore.