Roba da calcio di provincia o forse nemmeno quello. Eppure tutto si è consumato durante le seguitissime qualificazioni per l'ambitissima Coppa d'Africa, il torneo per Nazioni più importante del Continente Nero, dal quale spesso si mettono in mostra anche talenti emergenti poi subito prelevati dai top club europei. Un inno nazionale suonato al telefono, in diffusione dagli altoparlanti dello stadio, per ovviare ad un problema tecnico sull'impianto audio. Un'idea che ha ‘salvato' l'organizzazione dal silenzio più assoluto ma con più di un inconveniente che ha fatto diventare l'episodio di dominio pubblico: durante l'inno, infatti, è arrivata una telefonata sul telefono e una serie di messaggio. Il tutto ovviamente, in "diretta audio".

L'episodio è accaduto durante gli inni nazionali prima della partita tra Libia e Sudafrica. Al momento della marcia nazionale dei "Bafana Bafana" l'impianto audio dello stadio ha avuto un problema tecnico la cui soluzione nell'immediato ha visto l'utilizzo di un telefono cellulare, usato alla bisogna come ripetitore musicale. Tutto bene, idea perfetta, se non fosse che durante la riproduzione audio dell'inno sudafricano, sul telefono è prima arrivata una chiamata, poi una serie di messaggi (con tanto di suoneria dedicata).

Insomma, la toppa è stata peggiore del buco: imbarazzo generale e sconcerto sui volti dei giocatori della nazionale sudafricana in campo, tra l'esterrefatto e l'arrabbiatura per un oltraggio così dozzinale del proprio inno. Ovviamente, il web si è dimostrato immediatamente spietato come cassa di risonanza, rendendo virale il video dell'episodio che ha raccolto migliaia di like divertiti e follower pronti al sarcasmo. Per la cronaca, la Libia è stata battuta di misura 2-1 dalla nazionale sudafricana, nella gara valida per potersi qualificare alla Coppa D’Africa 2019, in programma in Egitto dal 21 giugno al 19 luglio 2019.