Nella conferenza stampa della vigilia di Italia-Liechtenstein si è presentato con il c.t. Mancini anche Leonardo Bonucci. Il difensore è uno dei senatori azzurri e con sicurezza ha detto che l'Italia è preparata e sa come sfidare la nazionale del Liechtenstein: "Abbiamo studiato il Liechtenstein, domani sera saremo pronti a qualsiasi evenienza e difficoltà. Sono una squadra che si chiude, se non la sblocchi subito rischi di portare avanti una partita dove può succedere di tutto".

L'Italia e il blocco Juve

Il numero 19 della Juventus e della Nazionale parla da leader e dice che l'Italia conosce la sua forza e sa che deve crescere: "Da parte nostra c'è consapevolezza che il passaggio del turno e la crescita di questa squadra continuerà da domani sera in poi". Poi ha parlato del blocco Juve, in quattro hanno giocato a Udine:

L'idea di gioco del c.t. è diversa da quella di un altro allenatore, e noi ci adattiamo alle sue richieste. Il blocco Juve può essere importante, lo ha dimostrato la storia, ma a prescindere da quello l'importante è che ogni giocatore dia il cento per cento in ogni partita, a cominciare da domani sera. Non c'è nulla di scontato e l'approccio dev'essere lo stesso in ogni partita.

Bonucci parla di Moise Kean

Infine due battute su Moise Kean, in gol contro la Finlandia. Bonucci conosce molto bene Kean e dice che nonostante abbia giocato pochissimo fin qui ha fatto bene a non lasciare la Juventus nel corso del mercato, giocare al fianco di grandi campioni lo aiuta tantissimo:

Kean è cresciuto e ha fatto grandi passi in avanti. Spero riesca a sopportare tutta la pressione che ha addosso in questo momento. Ha fatto bene a restare con noi alla Juventus, aveva parlato con Giorgio e anche io ci avevo parlato. Quando ti alleni con Ronaldo, Dybala e Douglas Costa puoi solo imparare e crescere. Sono contento abbiamo ascoltato il mio suggerimento ed ora sta facendo grandi passi avanti. Ora deve togliersi la pressione di dosso e continuare a fare bene. Negli ultimi tempi ha imparato a stare in gruppo, come si rispettano le regole. Ora spero si tolga di dosso le pressioni per far bene qui in Nazionale e con la squadra.