Abdoulaye Dabo ha 16 anni, fa parte della schiera dei ‘classe 2001', quei talenti del futuro che le società trattano coi guanti quasi fossero gioielli preziosi da tenere in una teca. Il valore di mercato è destinato a crescere in maniera esponenziale, fino a esplodere qualora il ragazzo dovesse bruciare le tappe. Centrocampista del Nantes, calcia di sinistro, è abituato a misurarsi con compagni di squadra anche più grandi, il ‘giovanotto' ha qualità tali da essere considerato uno dei prospetti più interessanti del calcio francese che ne ha fatto uno dei pilastri della Under 16.

Il contratto con la Nike firmato a 15 anni

La Nike ha voluto già mettere Dabo sotto contratto di sponsorizzazione (accordo triennale firmato un anno fa), certa che quel mediano ancora acerbo prima o poi calcherà palcoscenici importanti e il ritorno d'immagine produrrà ricchi dividendi.

L'offerta della Juve: 7 milioni per Dabo

In Italia – come sottolineato anche da Tuttosport – la Juventus ha messo gli occhi da tempo su di lui arrivando a offrire una cifra altissima: 7 milioni di euro per sondare la disponibilità del Nantes a privarsi del giovane calciatore.

Il no del Nantes alla cessione

In Francia, laddove adesso c'è Claudio Ranieri alla guida della prima squadra, hanno tenuto duro nonostante la proposta fosse abbastanza allettante da indurre in tentazione il numero uno del club francese Waldemar Kita. I vertici del settore giovanile del Nantes, però, sono riusciti a convincere il presidente a non lasciar partire Dabo, sia per proseguire il percorso di crescita sia per l'opportunità – in un futuro nemmeno tanto lontano – di contrattare su livelli economici di ben altra portata.

Un colpo alla Pogba?

Possibile anche se a molti tifosi della Juventus la provenienza del ragazzo ha fatto venire alla memoria un altro calciatore ex bianconero: si tratta di Didier Deschamps che nella sua carriera di calciatore annovera anche l'esperienza al Nantes prima di vincere con la Juventus e poi diventare il ct della Francia.