Il Torino lo aveva richiesto assieme a Verdi ma il futuro di Mario Rui, difensore portoghese del Napoli, sembra altrove. A Milano, laddove Marco Giampaolo – in attesa d'insediarsi ufficialmente sulla panchina dei rossoneri – ne ha messo il nome in cima alla lista delle preferenze. Il suo agente, Mario Giuffredi, ha avuto nella giornata odierna contatti con il club e tessuto la trama di una trattativa che può essere chiusa nelle prossime ore. Questione di dettagli da limare e di tasselli che devono andare a posto ma il più appare fatto: le ultime notizie di oggi sul calciomercato raccontano di un accordo di massima raggiunto sulla base di una somma di 13 milioni più bonus, così come di un'intesa già sancita con lo stesso calciatore che aveva già fatto sapere agli azzurri di desiderare un'altra esperienza. Operazione fatta? Servirà attendere ancora un po' ma la strada è tracciata.

Nel summit con l'agente si parla anche di Veretout

L’incontro a Casa Milan dell'agente, Giuffredi, ha avuto quale oggetto di discussione anche un altro argomento: parlare di Jordan Veretout, centrocampista francese che fino a qualche settimana fa era molto vicino ai partenopei poi, con il rinnovo delle cariche societarie, lo scenario è cambiato. A centrocampo il ‘diavolo' ha bisogno di trovare pedine, forze fresche da innestare in rosa, lacune da colmare ed è anche per questo che il mediano della Viola è considerato un obiettivo primario in virtù delle caratteristiche e delle qualità.

Quanto chiede la Fiorentina per il francese

Il problema, però, è il prezzo: la Fiorentina chiede 30 milioni per lasciar partire Veretout, dal canto suo il Milan non vuole andare oltre un esborso di 25 milioni. L'intenzione da parte del Milan – considerata la concorrenza – è muoversi con decisione e mettere al sicuro l'affare nella consapevolezza che il neo presidente, Commisso, ha dato via libera alla cessione. Le alternative a Veretout sono note da tempo: resta forte l’interesse per Sensi e poi c'è un pupillo di Giampaolo, quel Praet allenato alla Sampdoria.