Mi piacerebbe vincerlo qui da giocatore e allenatore, ho un bonus per il titolo nel contratto. Lotito ci crede.

Simone Inzaghi è un allenatore ambizioso e lo ha fatto capire spesso in questo periodo alla Lazio. Il tecnico piacentino, dopo aver vinto la Coppa Italia ora sfiderà la Juventus per la Supercoppa Italiana, ma gli obiettivi della società biancoceleste sembrano essere ben altri. L'allenatore della prima squadra della Capitale fino a pochi giorni fa veniva dato in partenza da Roma ma ora che è stato ufficializzato il rinnovo del contratto, svela le ambizioni della società di Claudio Lotito: la Lazio punta ai piani più alti della Serie A e vuole essere la sorpresa del campionato 2019/2020, cullando sogni tricolore.

Il numero uno della società capitolina non ha mai avuto dubbi nel voler portare avanti il suo progetto con Inzaghi e qualche settimana dopo il trionfo in Coppa Italia è arrivato il nuovo contratto per il tecnico: la Lazio è tra le squadre più vincenti negli ultimi anni in cui la Juventus ha fatto razzie sul suolo italico ma, adesso, Lotito vuole puntare più in alto. 31 punti di differenza con la squadra otto volte campione d'Italia non sono semplici da recuperare ma dopo il prolungamento del contratto dell'ex attaccante l'entusiasmo dalle parti di Formello è palpabile. Lo stesso Simone Inzaghi ai microfoni del Corriere dello Sport ha commentato così l'inserimento di un bonus nel contratto in caso di conquista dello scudetto:

Lotito ci crede, è vero. Oltre ad essere l’unico laziale ad aver vinto la Coppa Italia e la Supercoppa da giocatore e allenatore, mi piacerebbe vincere lo scudetto da giocatore e allenatore. So che può sembrare qualcosa di irrealizzabile, ma sognare è lecito.

L'ultima volta che la Lazio si è avvicinata al titolo risale al campionato 2000/2001, quando i biancocelesti erano campioni in carica arrivarono a -6 dalla Roma. Riuscirà Inzaghi in questa impresa? Il tempo darà i suoi verdetti.