Non un problema muscolare ma un infortunio al tendine. Le condizioni di Sergej Milinkovic-Savic tengono in ansia la Lazio, costretta a fare i conti con lo stop di qualche settimana previsto per il centrocampista. Il serbo ha chiesto il cambio dopo aver giocato una ventina di minuti nell'amichevole contro l'Al Shabab (vinta 5-1 dai capitolini): era entrato nella ripresa ma la fitta avvertita alla coscia destra è stato un segnale inequivocabile. "Non sembra nulla di grave", sono state le parole di Ciro Immobile al termine del match. Il responso di una prima visita, però, ha lasciato sensazioni differenti nell'attesa di esami ulteriori che verranno effettuati nei prossimi giorni. Nell'ipotesi peggiore, Milinkovic salterà le prime due giornate di campionato (Sampdoria e subito il derby con la Roma) e – complice la sosta – tornerà disponibile entro la metà di settembre.

L'infortunio dopo la conferma: resta con i biancocelesti

Un incidente di percorso che chiude il chiacchiericcio di calciomercato delle ultime settimane. Finito nel mirino del Manchester United (che lo aveva scelto quale possibile sostituto di Pogba), accostato anche alla Juventus, era stato lo stesso Milinkovic a sgombrare il campo da ogni dubbio pubblicando su Instagram un messaggio chiarissimo nel quale si ‘confermava' alla Lazio. "Orgoglioso di indossare questa maglia da quattro anni" era il testo a margine del post che lo ritrae con la sciarpa al collo.

Com'è andata l'amichevole della Lazio con l'Al Shabab

Una cinquina nel test amichevole disputato in ritiro contro i sauditi dell'Al Shabab, a Marienfeld (Germania). È questo l'esito della partita dalla quale il tecnico, Simone Inzaghi, ha tratto indicazioni positive salvo storcere il naso quando s'è accorto dell'infortunio di Milinkovic. Ad aprire le marcature è stato Caicedo. Jony (neo acquisto della Lazio) è stato l'autore del raddoppio. Piccola defaillance in difesa sfruttata dalla squadra di Ryad (Seba accorcia il risultato) poi Correa ristabilisce le distanze siglando la terza rete dei capitolini. Nel secondo tempo tocca a Immobile e ad Adekanye implementare il bottino. La Lazio sarà ancora in ritiro in Germania fino a venerdì poi sabato si recherà in Spagna per affrontare il Celta Vigo (ore 20).