Nelle ultime settimane la Lazio ha fatto l'altalena, si è avvicinata e poi allontanata dalla zona Champions. Nel sabato di Pasqua i biancocelesti avevano la possibilità di colmare il gap con Milan, Roma e Atalanta, chiamate a tre sfide difficili, e invece la Lazio ha clamorosamente perso in casa con il Chievo, già retrocesso e che in questa stagione aveva vinto solo una partita. La lotta Champions si è complicata e non poco, adesso la Lazio occupa addirittura l'ottavo posto. E pare che Lotito, dopo il ko con i veronesi, abbia deciso che se Inzaghi non conquisterà la Coppa Italia a fine stagione andrà via.

Qualificazione Champions molto lontana

Dista quattro punti il quarto posto, ma la Lazio è ottava deve superare quattro squadre e mancano solo cinque partite. Dopo aver visto svanire la qualificazione lo scorso anno all'ultima giornata, 72 punti sia per l'Inter che per la Lazio che uscì per via dei confronti diretti, il copione sta per ripetersi. Inzaghi ha deciso, dopo lo scioccante ko con il Chievo, di far allenare la sua squadra anche nel giorno di Pasqua. Con il ‘rischio' del ritiro anticipato, la Lazio prepara la semifinale di ritorno di Coppa Italia con il Milan.

Le accuse di Lotito al tecnico Inzaghi

Secondo quanto scrive ‘Il Messaggero' il presidente Lotito non avrebbe gradito alcune scelte tecniche, come quella di Radu schierato contro il Chievo pur non al meglio e costretto a uscire dopo un quarto d'ora, così la Lazio ha bruciato un cambio. Ma Lotito soprattutto non vede i suoi giocatori determinati, la grinta dei giorni migliori non si è vista in partite chiave come quelle con la Spal, il Milan e il Chievo. Inzaghi fin qui è sempre stato difeso dal d.s. Igli Tare, ma Lotito sembra deciso a cambiare in caso di stagione senza ‘tituli' e senza nemmeno la qualificazione alle coppe europee.