Chi prende la Lazio a gennaio? Le ultime notizie di mercato sulle trattative in tempo reale si concentrano più sulle operazioni in uscita che in entrata. Al netto dei piani per giugno, quando sarà anche chiaro quale Coppa giocherà la squadra di Simone Inzaghi – sia la Champions oppure l'Europa League -, per adesso non c'è alcuna intenzione di fare particolari movimenti. Al massimo, piccoli aggiustamenti se necessari.

  • E allora si lavora anzitutto sulle cessioni: una imminente e già definita per la quale si attende solo la formalizzazione. Si tratta di Martin Caceres, destinato al Bologna. Giovedì scorso c'è stato l'incontro risolutivo che ha sostanzialmente dato il via libera all'affare. Superata la concorrenza del Parma, nelle casse dei biancocelesti dovrebbero andare 800 mila euro.
  • Un altro nome sulla lista dei partenti è quello di Badelj. Dovessero arrivare buone offerte (10 milioni di euro è la richiesta del club per lasciarlo partire a titolo definitivo) allora cadrebbe ogni perplessità ma non è da escludere una partenza in prestito per 6 mesi.
  • Quando sembrava tutto fatto, si è invece bloccata la trattativa che avrebbe dovuto portare Durmisi al Celta Vigo. La Lazio chiede il prestito con obbligo di riscatto, il club spagnolo invece il diritto. Ostacolo che sembrava superato almeno fino a quando non è sorto un altro intoppo: ovvero, la valutazione complessiva dell’operazione di circa 7 milioni euro (tanti ne hanno versati i capitolini al Real Betis nell'estate scorsa).

Mercato in entrata: Zappacosta si allontana, spunta Ristovski

La Lazio ha sondato più volte il terreno con il Chelsea per Zappacosta: complice la difficoltà di trovare spazio con Sarri, l'ex granata ha accolto con soddisfazione la possibilità di trattare un ritorno in Italia. Sarebbe l’uomo ideale per Simone Inzaghi ma i termini economici e la formula dell'operazione hanno raffreddato ogni entusiasmo. Anzitutto, secondo la strategia di Lotito non sono previsti nuovi ingressi se non dopo aver effettuato cessioni e incassato guadagni. E da Londra non sono intenzionati a fare sconti: servono 18 milioni cash oppure si può ragionare sulla base del prestito con obbligo di riscatto (ovvero, prendere adesso il calciatore ma pagarlo a fine stagione).

  • L'alternativa portoghese a Zappacosta. C'è un altro nome, però, che rappresenta una via d'uscita rispetto alla reticenza del Chelsea. Si tratta di Ristovski dello Sporting Lisbona. Costo e formula della eventuale operazione? Sette milioni con obbligo di riscatto, mentre la Lazio propone il prestito con diritto di riscatto a 5 milioni.