Un triste notizia in casa Lazio: è morto all'età di 81 anni l'ex centrocampista e dirigente biancoceleste, Nello Governato, nella storia della società anche per i successi ottenuti all'epoca della presidenza Cragnotti. L'annuncio commosso in un tweet di cordoglio del club capitolino per il grave lutto che ha colpito la famiglia dell'ex giocatore considerato una delle icone del club di cui vestì la maglia per 251 volte (235 in campionato, 14 in Coppa Italia e 2 in Coppa delle Fiere) segnando 17 gol.

La S.S. Lazio, il suo Presidente, l'allenatore, i giocatori e tutto lo staff esprimono profondo cordoglio per la scomparsa dell'ex calciatore e dirigente biancoceleste Nello Governato e si uniscono al dolore della famiglia.

La carriera da calciatore di Nello Governato. Nello Governato aveva iniziato la sua carriera nelle giovanili del Torino e arrivò a Roma nel 1961, dopo aver vestito la maglia del Como. Cinque anni in biancoceleste, tanto dura la sua esperienza nella Capitale prima della cessione all'Inter nel 1966. La permanenza in nerazzurro, però, non fu fortunata e nel giro di pochi mesi venne girato in prestito al Vicenza. Fu un anno in apnea, nel 1967 torna alla Lazio e vi resta per altre cinque stagioni fino alla cessione al Savona dove chiude la carriera nel 1974.

Dal campo alla scrivania, il ruolo da dirigente. Appese le scarpette al chiodo, Governato restò nel mondo del calcio ma in una veste differente e occupandosi degli aspetti dirigenziali. Nel 1983 viene chiamato una prima volta dalla Lazio con il ruolo di direttore sportivo. Due anni dopo va a ricoprire lo stesso incarico al Bologna poi alla Juventus e alla Fiorentina.

Alla Lazio con Sergio Cragnotti. E' negli Anni Novanta, però, che la sua carriera arriva a un punto di svolta, di nuovo tra le fila della Lazio. Il presidente, Sergio Cragnotti, lo sceglie quale diesse e gli affida il compito di costruire una squadra che sia competitiva e in grado di lottare per lo scudetto: è sotto la sua gestione che arriverà il secondo titolo tricolore in Italia mentre in Europa i biancocelesti riusciranno a mettere in bacheca la Coppa delle Coppe (l'ultima edizione nella storia del trofeo) e la Supercoppa Uefa.

Il messaggio di Hernan Crespo. L'ex attaccante argentino ha ricordato Nello Governato pubblicando su Twitter un messaggio dedicato all'ex dirigente morto nelle ultime ore. "Persona straordinaria che ha fatto possibile il mio trasferimento, l’inserimento professionale e umano nel mondo Lazio… Per sempre Grazie!" le parole dell'ex bomber sudamericano.