Foto con la pistola in pugno. Notti brave in discoteca. Qualche rissa e vita messa a repentaglio perché certi notti, quando alzi un po' troppo il gomito, ti senti un dio ma in realtà sei solo più ingordo, più ingenuo e coglione che puoi. Certe notti, canta il ‘Liga'. Colonna sonora ideale per il racconto di Ricardo Centurion. Il calciatore argentino, che in Italia ha vestito la maglia del Genoa, ha parlato a cuore aperto nell'intervista rilasciata a Fox Sports Argentina. Certe notti somigliano a un vizio Che tu non vuoi smettere, smettere mai... e quel vizio, quel carattere fumantino, quell'insostenibile leggerezza nell'essere più sregolatezza (fuori dal campo) che genio (sul rettangolo verde) l'hanno messo più volte nei guai. Perfino il Racing, la squadra che lo ha sempre considerato un po' come il figliol prodigo da accogliere (sperando metta la testa a posto), lo ha scaricato.

Fuori squadra, fuori rosa, fuori dal club. Fuori da tutto, anche da se stesso. Centurion è l'emblema di come certe notti sei sveglio o non sarai sveglio mai e in fondo al bicchiere vedi solo la tua immagine che annega e sprofonda chissà dove. Ha mandato di nuovo tutto a carte e quarantotto quando s'è scagliato contro l'allenatore, Eduardo Coudet. E allora alla dirigenza, che spesso ne ha perdonato il carattere così volubile, null'altro è rimasto che sospenderlo. Durante una trasmissione sportiva il calciatore ha spiegato cosa gli sta accadendo.

La verità è che sto così male che di notte non riesco a dormire. Allora esco a bere qualcosa e se non trovo amici che mi fanno compagnia, esco anche da solo. Succede tutti i giorni. Mia madre e mia nonna mi dicono che sto buttando la mia vita, la mia carriera e che un giorno mi pentirò di tutto questo.

Centurion, ex del Genoa. A 26 anni Ricardo Centurion è il classico talento sprecato. Ala sinistra, la sua carriera ha conosciuto risalite improvvise e picchiate pazzesche… fino a veder precipitare il proprio valore di mercato assieme alla fiducia disposta a concedergli. In Italia ha vestito la maglia rossoblù di liguri nella stagione 2013/2014 e in quella 2017/2018: in entrambe in casi senza profitto perché certe notti somigliano a un vizio che tu non vuoi smettere, smettere mai…