Barkokkkk
in foto: L’esterno offensivo Aymen Barkok dell’Eintracht di Francoforte

La sosta natalizia è ormai in corso e quasi tutte le maggiori leghe europee hanno decretato già i primi parziali verdetti. Fra squadre rivelazioni, compagini in difficoltà, promesse disattese ed esoneri inimmaginabili, si sono sviluppati, infatti, tanti temi e tante discussioni intorno ai campionati di Serie A, Premier League, Bundesliga, Ligue 1 e Liga. Fra questi argomenti ne segnaliamo uno davvero molto interessante, ovvero quello dell’utilizzo dei giovani o di quei ragazzi che, lo scorso anno, erano a “farsi le ossa” nei rispettivi settori giovanili. Per approfondire questa rinnovata tendenza ad affidarsi ai giovani di talento, disegniamo un ideale 11 dei migliori esordienti di questo avvio di stagione nei top 5 tornei nazionali del “vecchio continente”.

La Ligue 1 stacca tutte le altre per debuttanti nel 2016

Il bilancio degli esordienti assoluti nel calcio professionistico nei primi 5 mesi dell’annata 2016/17 vede la Ligue 1 in netto vantaggio su tutte le altre con ben 40 debutti assoluti, 21 in più rispetto alla seconda massima lega calcistica (la Liga con 19 esordi) e ben più del triplo dei ragazzi fatti scendere per la prima volta in campo dal “fanalino di coda” chiamato Serie A (appena 12 “prime”). Ciononostante, in questo team delle matricole terribili c’è un certo equilibrio con 3 calciatori provenienti dalla Francia, 2 dall’Italia, 2 dalla Bundes, 2 dalla Premier e 2 dalla Spagna.

Paul Reulet, portiere del Caen
in foto: Paul Reulet, portiere del Caen

La fiducia conquistata, la storia di Reulet

A difendere i pali dell’ipotetico team dei, come li chiamerebbero negli USA, rookies, ci sarebbe l’estremo difensore 22enne del Caen (penultimo in classifica) Paul Reulet il quale strapperebbe questa titolarità, dopo il suo debutto nel novembre scorso, per via del fatto di esser riuscito, a differenza di altri suoi debuttanti colleghi di ruolo, a raccogliere altri 196 minuti di gioco in Ligue 1 e 90’ in Coppa di Lega dopo la sua “prima” assoluta.

Malang Sarr, 17enne difensore del Nizza
in foto: Malang Sarr, 17enne difensore del Nizza

Sarr-Mawson, il bunker dei Rookies

In una linea difensiva a 4, invece, a trovare una maglia da titolare ci sarebbe una retroguardia giovanissima (19 anni la media età) ma con una certa qual esperienza (51 gare disputate totali) maturata in questo avvio di stagione. A destra, infatti, troveremmo il 19enne Lirola che, nonostante il suo esordio assoluto, ha raccolto col Sassuolo 1 assist in 11 presenze in Serie A diventando una preziosa risorsa per mister Di Francesco. Sulla corsia opposta, il calciatore che, in questo astratto sodalizio, conserva la più alta valutazione di mercato (5 milioni di euro), ovvero: il francese Theo Hernandez dell’Alaves in prestito dall’Atletico Madrid di Simeone. Al centro, Alfie Mawson dello Swansea che ha debuttato a 22 anni, 9 mesi e 3 giorni nel recente incontro fra i suoi ed il Watford di Mazzarri e, a chiudere la retroguardia, il 17enne Malang Sarr che, dal match inaugurale della stagione del suo Nizza contro il Rennes, non ha più abbandonato il pacchetto arretrato nizzardo, peraltro il migliore della Ligue 1 con 13 reti al passivo.

Harry Winks prodotto dell'Academy del Tottenham
in foto: Harry Winks prodotto dell’Academy del Tottenham

36 partite totali per il Centrocampo dei “novizi”

In una linea mediana a 3, avrebbero una maglia da titolare tre calciatori dai piedi buoni e, allo stesso tempo, ben strutturati fisicamente. In regia, nel cuore del gioco di questo sodalizio degli esordienti ci sarebbe, infatti, il 20enne britannico del Tottenham Harry Winks che, per merito del suo gol in 11 presenze di Premier e delle sue 4 apparizioni in Champions League, potrebbe, per esperienza e gradi, vestire anche la fascia di capitano di questo club. Alla sua destra, la mezzala spagnola dell’Espanyol Marc Roca (1 assist vincente in 654’) ed il tedesco classe ’99 del Leverkusen Kai Havertz che, dopo un avvio di stagione con la seconda squadra delle “aspirine”, si è assicurato la fiducia del tecnico Schmidt raccogliendo 413 minuti in Bundes.

 

Yann Karamoh 18enne attaccante del Caen
in foto: Yann Karamoh 18enne attaccante del Caen

Chiesa-Karamoh-Barkok: l’attacco degli esordienti

Davanti, un patrimonio da 1.2 milioni di euro composto da tre appena maggiorenni che, in questa prima parte di stagione, hanno rotto gli indugi presentandosi con grande sfrontatezza e coraggio al grande pubblico. Parliamo di Federico Chiesa della Fiorentina, di Yann Karamoh del Caen e di Barkok dell’Eintracht di Francoforte. Tre ragazzi che, insieme, hanno collezionato 5 reti e 5 assist vincenti in 33 partite complessive di campionato ma che, alla tenera età di 18 anni, hanno già attirato le attenzioni di grandi club europei fortemente intenzionati a puntare su queste risorse in grado, all’appuntamento della vita col calcio che conta, di non avvertire alcun tipo di pressione: i migliori esordienti d'Europa, al momento, sono loro.