La Spagna si laurea campione d'Europa Under 21, le Furie Rosse dominano la finale contro la Germania che mai si dimostra efficace per impensierire i ragazzi di De La Fuente. Un risultato rotondo, 2-1, con due gol d'autore, Fabian Ruiz il migliore dei sui e probabilmente di tutta la competizione e Olmo, capocannoniere della sua nazionale. Un verdetto corretto, per la formazione migliore, più forte, completa e dal gioco maturo. Una Spagna che per 8 undicesimi si conferma la migliore d'Europa come nel 2015 quando si impose nell'Europeo Under 15 e conferma la bontà di un progetto tecnico vincente. L'unica soddisfazione azzurra è la vittoria al debutto contro le Furie Rosse, per 3-1, con l'Italia la sola ad essersi imposti.

Tanta Spagna in finale

La Spagna si ripropone in campo contro la Germania con il miglior gioco di questo Europeo. A parte il colpo a vuoto al debutto contro l'Italia di Di Biagio, le giovani Furie Rosse maltrattano in finale anche la Germania in un primo tempo che è stato quasi esclusivamente di stampo spagnolo. Il risultato di 1-0 con cui si è chiuso il primo tempo non conferma la supremazia di Fabian Ruiz e compagni contro i pari età tedeschi per molto tempo in loro balia.

Fabian Ruiz apre le marcature

La rete è arrivata all'8′ con Fabian Ruiz che ha scaricato dalla distanza un tiro a giro sul quale nulla ha potuto Nubel e ha spaccato subito la partita in due, con la Germania incapace di imbastire una minima reazione. I tedeschi hanno patito l'assetto spagnolo, con Ceballos, Fornals e Olmo bravissimi a interscambiarsi sulla trequarti mentre Oyarzabal ha tenuto bassissima la retroguardia avversaria.

Tedeschi in difficoltà

Il 4-3-3 di Kuntz riesce ad andare anche al tiro ma mai con convinzione: Sivera non deve mai impegnarsi a difesa del vantaggio dei compagni mentre le ripartenze degli uomini di De La Fuente hanno creato più di qualche imbarazzo difensivo ai tedeschi.

Reazione Germania

Nella ripresa la Germania è più determinata e nei primi 10 minuti anche la Spagna assaggia le qualità che hanno permesso ai tedeschi di arrivare fino alla finale di Udine. Ma la difesa iberica non si scompone, la Germania è pericolosa unicamente dalla distanza con un paio di conclusioni da parte di Waldschmidt.

Olmo per il 2-0

Nel momento di maggior spinta della Germania, però è ancora una volta la Spagna a passare. Il migliore delle Furie Rosse, Fabian Ruiz impegna in una parata a terra Nubel, che perde la sfera su cui si avventa Dani Olmo: tapìn vincente e 2-0 spagnolo. Sul doppio vantaggio la Spagna prova ad addormentare la gara con la Germania che si riversa in avanti.

Orgoglio Germania

La Germania nel finale si gioca il tutto per tutto e trova anche la via del gol a 2 ,inuti prima del fischio finale: l'occasione giusta se la crea Amiri che ci prova dalla distanza: la palla viene leggermente deviata da un difensore e Sivera viene così ingannato quanto basta per il 2-1 che infiamma il finale di un match che però non cambia il proprio verdetto.