Moise Kean è diventato un calciatore dell'Everton. L'attaccante della Nazionale già nel fine settimana potrebbe esordire in Premier League. Nel giorno della sua presentazione i Toffees gli hanno fatto una bellissima sorpresa, perché hanno regalato una maglia alla mamma del ragazzo, Isabelle Dehe, che era presente a Liverpool.

Il direttore sportivo del club Marcel Brands a Kean ha detto: "Ho un regalo per te. Dal momento che so che è persona è, credo la più importante nella tua vita e dato che un po' ti conosco, volevo farti un regalo. La tua prima maglia all'Everton con la scritta ‘Mami'". Brands ha poi consegnato una maglia numero 27 dell'Everton con la scritta ‘Mami' alla signora a cui ha detto: "Ci prenderemo cura di suo figlio. Spero di vederla spesso".

L'addio alla Juve

Kean poi ha effettuato il suo primo allenamento con l'Everton, agli ordini di Marco Silva, tecnico portoghese molto stimato, anche se nella passata stagione poteva fare qualcosa di più. La sgambata ha fatto seguito alla presentazione ufficiale in cui l'attaccante del 2000 ha parlato anche del suo addio alla Juventus:

Tutti vogliono giocare e dimostrare il proprio valore, io sono qui per dare il 100% e fare vedere quanto valgo. Ho avuto la fortuna di giocare con grandi campioni come Ronaldo e porterò qui quello che ho imparato. Non sono andato via dall'Italia per le offese razziste nel match di Cagliari. Quel fatto non ha contribuito a farmi andare via. La Juve, i compagni e i tifosi mi sono stati vicini.

Il primo allenamento di Kean con l’Everton.
in foto: Il primo allenamento di Kean con l’Everton.

Le ambizioni dell'Everton

E naturalmente ha parlato anche dell'Everton e delle grandi ambizioni di questa squadra, dal passato glorioso e vincente e che tra qualche anno avrà anche un nuovo bellissimo stadio:

Questa squadra è come una famiglia, mi sto trovando veramente bene. Il club guarda avanti come me. Insieme possiamo arrivare molto lontano, l'obiettivo è puntare il più in alto possibile.