La presunta lite negli spogliatoi di Cardiff

"Sciacquatevi la bocca". La proverbiale esultanza, marchio di fabbrica di Leonardo Bonucci, è la sintesi perfetta delle sue ultime dichiarazioni. Il forte difensore della Juventus, in un messaggio pubblicato sul suo profilo Facebook è intervenuto sulle ultime indiscrezioni relative a presunte liti, nello spogliatoio bianconero nel corso dell'intervallo della finale di Champions League. In particolare secondo quanto rivelato da "La Stampa", il nazionale azzurro avrebbe redarguito Dybala per il suo presunto "tirare la gamba indietro", con tanto di schiaffone, rendendosi poi protagonista di un diverbio anche con Barzagli, dopo la richiesta ad Allegri di sostituirlo per arginare Marcelo sulla corsia.

La smentita perentoria di Bonucci

Tutte chiacchiere per Bonucci che non ha voluto più aspettare e sul popolare social network ha voluto precisare senza troppi fronzoli: "Nulla di quanto è stato scritto, raccontato o ricostruito ha del vero. Non c'è stato nessun diverbio, né tantomeno atti fisici che riguardino me o qualcun altro. L'intervallo tra il primo e il secondo tempo della finale UCL è stato un intervallo come tanti altri dove, lo ripeto, nulla è accaduto". Il crollo della Juventus nella ripresa, che tanto aveva sorpreso tifosi e addetti ai lavori dunque è legato solamente all'eccesso di energie investite nella prima frazione e alle condizioni non ottimali di alcune pedine di Allegri, in primis Pjanic e Mandzukic.

Il difensore pronto a rivolgersi ai suoi legali

E' questa dunque la verità per Bonucci che ora si augura che questa vicenda sia definitivamente chiusa. A tal proposito il difensore minaccia anche di affidarsi ai suoi avvocati in caso di nuovi falsi retroscena: "Queste sono le uniche parole che ho da dire al riguardo di questa vicenda e spero siano le ultime. Nel caso in cui non fossero sufficienti a chiarire la situazione e a ristabilire la verità, sarò pronto a rivolgermi ai miei avvocati per tutelare il mio nome e la mia onorabilità. Leonardo Bonucci"