A pochi giorni dall'inizio della Liga spagnola, previsto per il 19 agosto, Ronaldo de Assis Moreira (da tutti chiamato semplicemente Ronaldinho), ha parlato dell'eterno duello tra Leo Messi e Cristiano Ronaldo. Una rivalità che, nel corso degli anni, si è fatto sempre più accesa e combattuta a suon di vittorie di squadra e riconoscimenti personali. Intercettato in Costarica dai giornalisti di "Marca", dove dovrà partecipare nei prossimi giorni ad una partita con altre vecchie glorie, il "Gaucho" ha così espresso il suo parere sui due campioni di Barcellona e Real Madrid: "Sia Messi che Ronaldo sono grandi giocatori – ha spiegato Ronaldinho – ma tra loro due scelgo Messi perché è mio amico". Una scelta logica, dettata dall'appartenenza al popolo blaugrana e dall'aver condiviso con l'argentino molte vittorie del club catalano.

L'estate rovente di CR7 e Messi

Entrambi accusati dal fisco spagnolo ed entrambi reduci da un'estate particolarmente impegnativa (il portoghese ha visto nascere i suoi due gemellini, l'argentino si è sposato con la sua compagna di sempre), CR7 e Messi sono alle prese con la preparazione per i primi impegni ufficiali (Supercoppa Europea e Supercoppa di Spagna) e attesi al via del prossimo campionato spagnolo dal Deportivo La Coruna e dal Betis Siviglia. Il tutto prima di conoscere quali saranno gli avversari nei gironi della prossima Champions League.

Il consiglio a Neymar

Ronaldinho, che una coppa dalle grandi orecchie con il Barcellona l'ha alzata nel maggio del 2006, dopo aver confermato nei giorni scorsi di essersi ritirato definitivamente dal calcio giocato non è riuscito a tirarsi indietro davanti alla domanda sulla scelta del connazionale Neymar: sempre più vicino a lasciare il Barcellona e a sposare la causa del Paris Saint-Germain. "Posso solo consigliargli di seguire il suo cuore – ha dichiarato Dinho – Io l'ho sempre fatto ed ero felice dove il cuore mi mandava".