"A chi hai detto zingaro… a chi l'hai detto?". Sinisa Mihajlovic è una furia e viene trattenuto, allontanato da alcuni uomini della polizia. Nei pressi di Ponte Milvio, dove sono avvenuti gli scontri tra agenti e tifosi della Lazio prima della finale di Coppa Italia, è accaduto anche questo: il tecnico del Bologna, ex calciatore biancoceleste, è stato protagonista in quegli attimi di tensione che ha scandito il pre-partita.

Mihajlovic insultato, reagisce ma viene allontanato dagli agenti

Un video breve mostrato da Rai News ha testimoniato la concitazione di quei momenti, compresa la rabbia dell'allenatore, infuriato per l'insulto ricevuto da qualche balordo che lo aveva riconosciuto. Quando ha sentito cosa gli era stato urlato, ha provato a farsi largo tra le persone ma è stato fermato dalle forze dell'ordine. Tenuto a distanza e poi calmatosi, Mihajlovic s'è poi recato verso lo stadio tra gli applausi di altri sostenitori della Lazio.

Ponte Milvio, gli scontri prima della finale di Coppa Italia

Tafferugli. Gazzarra. Reazione degli agenti. Un brutto film già visto altre volte e che si è ripetuto anche nella zona di Ponte Milvio a poche ore dal fischio d'inizio del match tra Atalanta e Lazio. E' la fase di maggiore afflusso verso lo stadio ed è in quel momento che un gruppo di ultrà biancocelesti, a volto coperto, è entrato in contatto con le forze dell'ordine nel tentativo di forzare il cordone di poliziotti che hanno risposto con cariche di alleggerimento e sparando acqua verso i facinorosi per disperderli. La situazione però ha rischiato di degenerare per il lancio di oggetti e di una molotov che ha incendiato un'auto della Municipale romana.

Il bilancio degli incidenti: un agente ferito, 5 tifosi arrestati

Il bilancio degli scontri per fortuna non ha fatto registrare feriti preoccupanti, eccezion fatta per una lesione non preoccupante a un vigile urbano colpito a un orecchio. Gravi, invece, i danni alle auto della polizia municipale. Ristabilito l'ordine, la polizia ha fatto scattare il giro di vite per individuare i responsabili di quell'aggressione: in base ad alcune immagini acquisite da telecamere di video-sorveglianza hanno arrestato tre esponenti del gruppo degli Irriducibili [la parte più calda del tifo laziale] mentre restano da verificare le posizioni di altri due ultrà relativamente al lancio del materiale incendiario.