Dopo aver messo il suo autografo sul nuovo contratto con la Juventus, che lo porterà a vestire il bianconero fino al 2024, Leonardo Bonucci ha voluto condividere con i tifosi tutta la sua gioia: "Per me è una giornata storica, indimenticabile, è un sogno che si avvera – ha spiegato il difensore a JTV – Un'altra firma su un contratto importante, e questo lo devo al presidente, a Paratici, a Pavel, a tutti i compagni, i tifosi e alle persone a me care".

Dimenticato il traumatico addio dell'estate 2017 con conseguente passaggio al Milan, il 32enne di Viterbo è tornato a far parte a tutti gli effetti della grande famiglia bianconera: "Per me la Juventus è casa. La firma su questo contratto dimostra ancora una volta quanto io tenga a questa maglia e quanto la Juve me lo dimostri ogni anno".

Bonucci e il sogno Champions League

Reduce dalla splendida notte di Palermo con la Nazionale, Bonucci ha confermato di avere ancora tanto da dare e da vincere: "I miei obiettivi? Tantissime altre presenze, gol e trofei. Questo è il mio miglior momento, anche grazie alle responsabilità che mi sono state date dalla società dopo l'infortunio di Giorgio. Comunque la stagione è ancora lunga, siamo solo al 19 novembre, manca ancora un’eternità per arrivare a fine maggio quando si giocherà la finale di Champions".

"Il mio obiettivo era crescere dopo lo scorso anno, e questo se posso paragonarlo lo paragono al 2016/17, l'anno in cui sono entrato nella top 11 Mondiale e siamo entrati in finale di Champions League. In questo momento le sensazioni si equivalgono. Il nostro obiettivo è la finale di Champions League. Sarò soddisfatto se quella bacheca finirà di essere completata come deve. Oggi è un giorno speciale. È il 19 novembre, il mio numero è il 19 ed è il compleanno di mia moglie. Sarà ricordato per sempre questo giorno".