Il bellissimo gesto dell’Atletico Nacional ha emozionato il mondo. La squadra colombiana nei giorni scorsi ha chiesto alla Confederazione sudamericana (la Conmebol), di assegnare la Copa alla Chapecoense, ovvero alla squadra che avrebbe dovuto affrontare nella finale e che invece è scomparsa nella tragedia aerea avvenuta vicino Medellin. Un modo di onorare la memoria dei calciatori che hanno perso la vita mentre si stavano recando in Colombia, dove avrebbero preso parte all’appuntamento sportivo più prestigioso della propria carriera. Secondo quanto riportato dalla stampa brasiliana e in particolare da Globoesporte, la Confederazione sudamericana avrebbe deciso di accogliere la richiesta ufficiale dell’Atletico, che però sarà formalizzata solo dopo la riunione dei vertici in programma il prossimo 21 dicembre. In questo modo la Chape potrà partecipare anche alla prossima Libertadores e alla Recopa

L'Independiente cede alla Chapecoense la sua Coppa

Alcune fonti interne alla Conmebol e alla Fifa hanno rivelato che la Copa sarà assegnata alla Chapecoense, con il presidente del massimo organo calcistico sudamericano Alejandro Dominguez che ha già esternato pubblicamente il suo apprezzamento all’iniziativa. D’altronde l’Atletico Nacional ha dimostrato di essere pronto a tutto pur di dare seguito alla sua iniziativa: in caso di dietrofront della Conmebol i giocatori dell’Atletico sarebbero pronti a scendere in campo per perdere. D’altronde il comunicato della società colombiana è chiarissimo: “Da parte nostra, e per sempre, consideriamo la Chapecoense campione della Copa Sudamericana 2016”. La Chapecoense inoltre ha già ricevuto una Copa Sudamericana. L’Independiente Santa Fe, campione in carica della competizione, ha consegnato il suo trofeo (una replica perché l’originale torna alla Federazione, alla Chape.

La proposta della Federcalcio

Nel frattempo bisognerà capire se l’11 dicembre la proposta della Federcalcio brasiliana di far scendere in campo le Giovanili della Chapecoense per una “grande festa in onore del Chapecoense e di Chapecò”, diventerà realtà. Una giornata intera per celebrare il ricordo dei biancoverdi che però potrebbe saltare. L’Atletico Mineiro infatti, avversario di turno della Chape ha già detto di no.