Per una volta l’urna di Nyon è stata benevola per il Napoli che sfiderà nei sedicesimi di finale di Europa League lo Zurigo, un avversario ovviamente da rispettare e da non sottovalutare, ma il club svizzero rappresentava una delle opzioni migliori per tutte le teste di serie. In palio, in questa primo confronto diretta tra queste due compagini, c’è la qualificazione agli ottavi di finale. Il calciatore più rappresentativo degli elvetici è Benjamin Kololli che è diventato famoso recentemente per via di un episodio molto curioso.

Kololli è la caduta in AEK Larnaca-Zurigo

Kololli è un centrocampista kosovaro, è nato in Svizzera e ha sempre giocato in questo paese, la scorsa estate è stato preso dallo Zurigo che ha speso 800mila euro per acquistarlo dal Losanna. Pochi mesi fa nel corso del match di Europa League con l’AEK Larnaca il giocatore dello Zurigo è diventato famoso in tutto il mondo, per via di immagini divenute virali. Dopo aver trasformato un calcio di rigore Kololli ha voluto festeggiare il gol con i suoi tifosi, ha corso verso la curva occupata dai supporter svizzeri, ha saltato una barriera, ma non sapeva che tra il campo e gli spalti ci fosse un fossato e lui ci è finito dentro, tanta paura per un volo in un fossato profondo tre metri ma per fortuna non c’è stata nessuna conseguenza. Kololli risale subito e con un sorriso fa festa con i compagni di squadra.

La gloriosa storia dello Zurigo

Lo Zurigo in questo momento sta puntando maggiormente sull’Europa League, in campionato è quarto e ha quasi la metà dei punti dello Young Boys (25 contro 49), la storia dello Zurigo è importante: 12 campionati vinti e pure due semifinali di Coppa dei Campioni, perse con chi poi in quell’edizione vinse il trofeo: Real Madrid nel 1964 e Liverpool nel 1977. In questa Europa League è stata perfetta, superati i preliminari ha chiuso il girone con 10 punti alle spalle del Bayer Leverkusen.