Quale sarà l’allenatore della Juventus nella prossima stagione? Allegri rimarrà? O come pare da qualche giorno il tecnico livornese saluterà dopo aver vinto il quinto scudetto consecutivo? Nella giornata di giovedì avrebbero dovuto incontrarsi il presidente Agnelli e il tecnico, ma l’atteso confronto non c’è stato. Il numero uno bianconero è stato a Milano in Lega, mentre Allegri ha diretto l’allenamento, il terzultimo prima della partita con la Roma. La separazione sembra avvicinarsi.

Allegri verso l’addio? Si attende il summit con Agnelli

La giornata di lavoro di Allegri si è svolta come al solito, la Juventus ha lavorato alla Continassa, mentre Agnelli è stato a Milano, uscendo dall’incontro in Lega Calcio il presidente ha dribblato la stampa e non ha rilasciato alcuna dichiarazione. Pare avvicinarsi sempre più l’ipotesi separazione, con Allegri che potrebbe lasciare nonostante un contratto fino al 2020.

Perché Conte non dovrebbe essere il successore di Allegri

Agnelli vorrebbe convincere il tecnico a rimanere, anche se le loro visioni sul mercato non sono identiche. Nedved e Paratici vogliono Antonio Conte, sembra gli abbiano già proposto un triennale, già accettato dall’ex c.t., ma Agnelli ha dei dubbi e soprattutto stima di Allegri che al suo primo anno in bianconero portò la squadra alla finale di Champions di Berlino poi persa col Barcellona. I rapporti sono tornati solidi, ma quell’addio burrascoso dell'ex ct fa parte della storia della Juventus, e potrebbe costare caro a Conte, che potrebbe comunque accasarsi all’Inter. Il pressing dei nerazzurri non è mai scemato, pronta anche la bozza con la quale suggellare l'intesa con Suning che deve sciogliere la riserva e fare un po' di conti.

Quali sono i possibili candidati per la panchina della Juventus

Allegri è in bilico, anche se le strade del tecnico e dei campioni d’Italia starebbero per separarsi. Conte è pronto a ritornare sulla panchina della Juventus, manca però l’ok del presidente Agnelli. Sullo sfondo c’è Didier Deschamps, altro ex allenatore e giocatore bianconero che ha vinto il Mondiale con la Francia meno di un anno fa. Impossibile arrivare a Klopp e Guardiola. Le alternative provenienti dalla Serie A sono rappresentate da Simone Inzaghi e Mihajlovic, ma attenzione a Mauricio Pochettino, che potrebbe lasciare il Tottenham dopo la finale di Champions.