Paulo Dybala e Cristiano Ronaldo non formano più la coppia delle meraviglie che si era vista ad inizio stagione quando la Juventus era partita col piede sull'acceleratore. La Joya, ultimamente non gioca più titolare nelle scelte iniziali di Max Allegri che gli preferisce altri interpreti al fianco del fenomeno portoghese. Al di là di possibili illazioni, polemiche e commenti, a spiegare il proprio punto di vista è stato lo stesso tecnico a fine del match vinto contro il Sassuolo. Gara in cui Dybala è entrato nei minuti finali dando un contributo determinante nel conclusivo 3-0 bianconero.

Non esiste un caso Dybala all'interno della Juventus, né negli spogliatoi. Le scelte del tecnico sono condivise al 100 per cento dalla società e c'è il massimo rispetto tra i giocatori. Malumori sì, ci sono soprattutto quando non si gioca con continuità pretendendo una maglia da protagonista. E il fastidio esternato dalla stessa Joya in panchina è stato un segnale eloquente.

L'impatto positivo contro il Sassuolo

Tanto quanto è stato l'impatto con il Sassuolo in una decina di minuti in cui Dybala è sceso in campo all'83', inseguendo i pallone ovunque e creando i presupposti per il 3-0 finale quando ha fraseggiato con Cristiano Ronaldo con l'assist di quest'ultimo per Emre Can che ha bruciato con un rasoterra perfetto Consigli. Scelte volute e precise di Allegri che poi ha anche spiegato il motivo di una scelta che oramai si perpetua nel tempo.

La spiegazione di mister Allegri

Dybala è entrato bene, ma delle volte la panchina serve per ricaricarsi dal punto di vista mentale e avere la cattiveria giusta. È questione di caratteristiche dei giocatori. Con Ronaldo ci vuole uno che occupi più l’area e che dia più fisicità, Dybala non può farlo per il modo che ha di giocare. Poi si può giocare anche con Dybala e Ronaldo ma è normale che perdi delle situazioni. Ronaldo ha giocato per 10 anni con Benzema e non è che a Madrid sono matti. Dybala ha bisogno di Mandzukic, Ronaldo ha bisogno di Mandzukic

Quanto e quando Dybala ha giocato quest'anno nella Juventus

Fino ad oggi, Dybala in stagione ha disputato 27 partite, 19 in Serie A, 5 in Champions League, 2 in Coppa Italia e 1 in Supercoppa. Allegri lo ha sempre utilizzato in tutte le competizioni ma ciò che ha distinto l'utilizzo della Joya rispetto alle passate annate è il minutaggio con cui è sceso in campo. 1.990 minuti in totale, in 12 occasioni di campionato ha giocato tutti i 90 minuti, ma nelle ultime due uscite ha trascorso prima una intera gara in panchina contro il Parma (la terza in stagione) e poi è subentrato nei minuti conclusivi col Sassuolo.