E’ stato il colpo del secolo, l’acquisto che ha fatto suscitare nuovamente l’interesse del mondo nei confronti del calcio italiano. Cristiano Ronaldo alla Juventus è stato il colpo dei colpi. I tifosi non c’hanno dormito la notte, speranzosi di rivivere finalmente dopo anni le gioie che il portoghese ha regalato in passato al Real Madrid in Champions. Oggi però, con una pressione che neanche una star al debutto al Festival del cinema di Venezia può avere, CR7 sembra essere già sotto la lente dei critici che non capiscono questa mancanza di gol in 3 partite. Tra severi giudizi e considerazioni negative sul campione dei bianconeri, ecco che ad intervenire in suo soccorso ci sono i numeri.

In 18 stagioni in cui ha giocato, soltanto in 3 occasioni Cristiano Ronaldo è riuscito a realizzare un gol prima del mese di settembre. Un dato, questo, che ‘scagiona’ se vogliamo lo juventino e fa emettere un sospiro di sollievo da parte della società bianconera che già pensava di aver fatto un azzardo. Vieri ha espressamente detto che se si mette in discussione Ronaldo, allora il calcio può anche finire. Tra quesiti e realtà, ecco dunque la particolare statistica che smentisce gli scettici.

Gli inizi allo Sporting Lisbona

Gli inizi di Cristiano Ronaldo allo Sporting Lisbona, hanno subito fatto intravedere la potenza di questo campione. In 28 presenze però, sono state soltanto 3 le reti del portoghese che però sono bastate per far capire a tutti di che giocatore si stesse andando a formare. Con la sua prima squadra in assoluto della sua carriera dunque, il primo gol assoluto arrivò con il suo solito stile, ovvero con una doppietta.

Il primo anno allo Sporting Lisbona (Transfermarkt)
in foto: Il primo anno allo Sporting Lisbona (Transfermarkt)

Era il 17 ottobre del 2002, e nel 3-0 alla Moreirense CR7 realizzò addirittura una doppietta seguita poi dal gol messo a segno contro il Boavista, 15 giorni dopo nel successo per 2-1 del suo Sporting Lisbona. Insomma, stava crescendo un campione, ma non chiamatelo ‘goleador d’estate’. I veri gol li mette a segno nel cuore del campionato e la Liga Nos l’aveva cominciato a capire subito.

I numeri durante il suo trasferimento al Manchester United

Il trasferimento al Manchester United è stato il coronamento di un sogno sia per lo Sporting che per lo stesso Unted che si è trovato in campo un vero fenomeno. In 6 campionati CR7 ha realizzato 84 gol, 45 assist e 196 presenze in Premier League. Nella prima annata, 2003/2004, il primo gol arrivò contro il Portsmouth l’11 novembre del 2003.

Il primo anno di Ronaldo al Manchester United (Transfermarkt)
in foto: Il primo anno di Ronaldo al Manchester United (Transfermarkt)

Un’annata che diede inizio al suo cammino nei Red Devils e che già dall’anno successivo ha trovato continuità realizzativa. Nell’annata 2004/2005 il gol arrivò addirittura a dicembre contro il Southampton. Ma il primo gol estivo di CR7 arrivò nella stagione 2006/2007 quando realizzò la prima rete del Manchester in campionato contro il Fulham.

Il primo gol ’estivo’ nel 2006 (Transfermarkt)
in foto: Il primo gol ’estivo’ nel 2006 (Transfermarkt)

Una rarità per uno come lui. Negli ultimi due anni al Manchester United poi, i gol arrivarono entrambi a fine settembre. Prima contro il Birmingham il 29 settembre del 2007 e poi il giorno 27 contro il Bolton nel 2008. Insomma, una tradizione di gol nel periodo autunnale che continua.

Il primo Ronaldo a Madrid

Ben 9 stagioni, un rendimento di grande portata da 450 gol in 438 partite più 131 assist in Liga. Insomma, non lo scopriamo di certo adesso cosa ha fatto di straordinario Ronaldo a Madrid. Nella sua prima stagione il gol arrivò subito. Il 29 agosto del 2009 si presentò infatti con la sua prima marcatura al pubblico dei ‘Blancos’ contro il Deportivo La Coruna. Annata 2010/2011, stesso copione: a secco alla prima giornata e in gol il 21 settembre contro l’Espanyol.

A Madrid il primo squillo ad agosto arrivò nel 2009 (Transfermarkt)
in foto: A Madrid il primo squillo ad agosto arrivò nel 2009 (Transfermarkt)

Una preparazione estiva pesante, i carichi di lavoro. Insomma, tutti però erano certi che nonostante questo, CR7 avrebbe comunque segnato. E così andando avanti con gli anni, arrivò la prima tripletta per lui contro il Real Saragozza alla prima giornata di campionato. Il 29 agosto del 2011 infatti la Liga per il Real si aprì con il rotondo 6-0 al Real Saragozza in cui poi il campione portoghese si distinse proprio con 3 gol da urlo. Una rarità per uno che poi nel 2012, restò nuovamente a secco alla prima e alla seconda giornata contro Valencia e Getafe.

Stesso esito anche nel 2013 nel successo per 3-1 contro il Betis in cui Ronaldo vide andare in gol i suoi compagni all’esordio in Liga. La gioia di un gol in estate arriverà poi soltanto nel 2015 con il primo timbro nel 2-0 rifilato al Cordoba. Che conclude di fatto la mole di gol di CR7 ad agosto. Evento accaduto, come detto, solo in 3 occasioni.

CR7 e Zidane nella seconda rinascita del portoghese

Stagione 2015/2016, sulla panchina del Real Madrid arriva Rafa Benitez. L’approccio con l’ex tecnico non è dei migliori e anche Ronaldo ne risente che nella prima gara contro lo Sporting Gijon non è andato in gol, dato che è finita 0-0. Il primo gol arrivò nel 6-0 dell’Espanyol dove di gol ne mise a segno addirittura 5. Un pokerissimo che non salvò di certo dall’esonero Benitez. Arrivò infatti nel 2016 Zinedine Zidane che ha cambiato il destino del Real e di CR7. Ma la situazione non cambia.

Uno stiramento del legamento collaterale mediale che si è portato dietro dall’Europeo 2016 vinto con il suo Portogallo, lo fermò nella stagione 2016/2017, in cui il primo gol arrivò il 10 settembre. Prima del suo approdo alla Juventus, lo scorso anno Cristiano Ronaldo realizzò il suo primo gol addirittura il 14 ottobre del 2017 nella vittoria 2-1 contro il Getafe. Ci sarò da aspettare dunque per la Juventus, ma il successo è più che garantito. Il campione sta solo aspettando i gol pesanti.