Maurizio Sarri si avvicina a grandi passi alla panchina della Juventus. Il tecnico sessantenne forse già in questo fine settimana potrebbe essere nominato ufficialmente come successore di Allegri. Dall’Inghilterra giungono voci contrastanti però. Perché c’è chi sostiene che il legale dell’ex Napoli sta discutendo la risoluzione contrattuale, ma c’è anche chi riferisce che il Chelsea ancora l’accordo con Lampard non ce l’ha. E i Blues fin quando non trovano l’intesa con il Derby non liberano il ‘Comandante’.

L’avvocato di Sarri tratta con il Chelsea, la Juve aspetta

Si era detto che Paratici era volato a Londra per discutere gli ultimi dettagli con il Chelsea. Ma non è così perché a Milano è arrivato invece Fali Ramadani, agente dell’allenatore. Tutti attendono notizie dalla capitale inglese dove l’avvocato di Sarri ha incontrato il Chelsea. L’obiettivo è chiaro. L’allenatore vuole la risoluzione del contratto. Quando sarà libero Sarri firmerà un biennale da sette milioni netti con la Juventus.

Il Derby attende il Chelsea, che ancora non avrebbe chiesto Lampard

Il Chelsea ha deciso di non continuare con Sarri, ma prima di formalizzare l’addio al tecnico italiano vorrebbe avere la certezza di poter contare su Frank Lampard, che ha ancora un contratto di un anno con il Derby County, squadra che ha portato fino alla finale playoff della Championship (persa 2-1 contro l’Aston Villa di John Terry, altra bandiera dei Blues). Il Derby però secondo i media inglesi non avrebbe ricevuto nessuna proposta da parte del Chelsea. In sostanza il club pretende un indennizzo per Lampard, che starebbe già programmando la prossima stagione con il Derby, che con l’ex leggenda Chelsea vuole ritornare in Premier League. I passaggi da realizzare sembrano pochissimi, ma mancano un paio di certezze definitive, cosa non da poco, e mancano le firme.