Prima l'impegno con la sua nazionale, poi il ritorno a Torino e il confronto con i compagni e con Maurizio Sarri. Saranno questi i due appuntamenti importanti delle prossime ore del cinque volte Pallone d'Oro: reduce da un turbolento inizio di settimana, dopo la clamorosa uscita dal campo dello scorso weekend. Le polemiche e le critiche rivolte da più parti al giocatore della Juventus, non hanno però cambiato l'atteggiamento di Sarri e del club juventino che hanno già fatto capire di voler sorvolare sull'episodio dello Stadium.

Non ci sarà dunque nessuna punizione o multa per il giocatore, che del mondo bianconero rimane il centro di gravità permanente sia in campo che fuori. Come riportato da ‘Sport Mediaset', nelle intenzioni di CR7 ci sarebbe la volontà di chiudere il discorso chiedendo di fatto scusa per l'accaduto. Al suo rientro a Torino, il portoghese dovrebbe infatti parlare con i compagni e con lo stesso tecnico per spiegare il suo comportamento e mettere una pietra sopra a questa pagina davvero poco nobile della sua straordinaria carriera.

L'infortunio misterioso

Tra gli argomenti di discussione tra il fenomeno di Madeira e Sarri, ci sarà anche l'ormai famigerato problema al ginocchio destro che ha condizionato in maniera evidente il giocatore, ma che non gli impedirà di scendere in campo con la sua nazionale per la delicata partita contro la Lituania: decisiva per tentare di conquistare un posto nella fase finale del prossimo Europeo.

A confermare lo stato di salute di Cristiano Ronaldo, e a sgombrare il campo dall'equivoco di un giocatore frenato da un problema fisico, è arrivato anche il commissario tecnico portoghese Fernando Santos: "Tutti vogliono parlare di lui perché è il miglior giocatore del mondo – ha dichiarato in conferenza stampa il ct lusitano – Cristiano è qui, è convocato, sta bene e giocherà".