Cristiano Ronaldo è stato l’affare del secolo. La Juventus ha piazzato un colpo straordinario, ma ha speso tantissimo, un affare complessivo da oltre 350 milioni di euro. Molto probabilmente i bianconeri riusciranno a far fruttare meravigliosamente anche a livello economico quest’acquisto. Ma il bilancio va sistemato subito e qualche cessione va fatta, rapidamente. Nell’elenco dei possibili partenti Higuain, Alex Sandro, Rugani e anche Marchisio.

Higuain verso la cessione, il suo futuro al Chelsea

Al di là dei rapporti mai amichevoli con Cristiano Ronaldo, non c’è più posto per Gonzalo Higuain. Il ‘Pipita’ da quando è finito il campionato è sul mercato e potrebbe essere sacrificato per fare cassa. L’argentino è un obiettivo di Sarri, che se riuscirà a chiudere la trattativa, lunga e laboriosa con il Chelsea, chiederà il suo vecchio pupillo. Il giocatore viene valutato dai bianconeri 60 milioni di euro, una cifra alta comunque per un calciatore con un solo anno di contratto e che viaggia verso i trentun’anni.

In partenza Alex Sandro e Rugani

La difesa è stata già abbastanza rivoluzionata con gli arrivi di Spinazzola, Caldara e Cancelo e gli addii di Asamoah e Lichtsteiner, oltre a quello di Buffon rimpiazzato da Perin. Ma le cessioni potrebbero non essere finite perché uscirà anche uno tra Rugani e Benatia, il primo potrebbe firmare per il Chelsea, qualora Sarri rimpiazzi Conte, mentre il secondo ha chiuso male la stagione, sempre in panchina in campionato, e può finire al Marsiglia. Mentre potrebbe lasciare anche Alex Sandro, il terzino brasiliano è un obiettivo di mercato del Psg.

Verso l’addio Marchisio

Da almeno un mese si parla tanto del futuro del ‘Principino’, che sembra sempre più chiuso. Khedira, Matuidi e Pjanic sono stati i titolarissimi, Emre Can è arrivato dopo un anno di corteggiamento e in rosa c’è anche Bentancur, che ha disputato un eccellente Mondiale. Insomma se resta Marchisio giocherà molto poco. Il giocatore ha ricevuto delle offerte importanti. Lo vuole il Monaco, che gioca la Champions, ma sul tavolo c’è anche una ricca offerta dagli Emirati.