Abbiamo fatto tanti cambiamenti, ma non è un momento di transizione. Abbiamo degli obiettivi sempre al top: vogliamo vincere anche quest'anno.

Quello che si vede, e si sente, nella conferenza stampa alla vigilia dell'inizio del campionato 2019/2020 è il solito Pavel Nedved pronto alla battaglia e a non lasciare nemmeno le briciole agli avversari. Il vicepresidente della Juventus, che ha sostituito l'assente giustificato Maurizio Sarri nel consueto appuntamento pre-gara, si è detto molto fiducioso in vista e si è detto possibilista su qualche sorpresa anche sul mercato negli ultimi giorni: "Ci sentiamo forti, partiamo come ogni anno per vincere. Abbiamo 24-25 giocatori importanti, noi siamo pronti a cogliere le opportunità degli ultimi giorni di mercato".

Su Sarri: Sta lavorando bene, sua assenza porterà criticità

Il Pallone d'Oro 2003 ha parlato del lavoro che sta facendo Maurizio Sarri, nuovo tecnico bianconero:

Sta facendo un grande lavoro e siamo contenti e fiduciosi. La squadra lo sta seguendo bene nonostante le difficoltà degli ultimi giorni. La Juve storicamente è sempre stata fatta per vincere: abbiamo fatto dei cambiamente importanti, sappiamo che ci saranno delle difficoltà ma c'è grande ottimismo. Ci sentiamo forti per vincere.

Nedved non è spaventato dalla polmonite che terrà fuori il tecnico napoletano nelle prime due giornate di campionato: "Ha lavorato bene, la sua assenza in panchina porterà a delle criticità ma sappiamo a cosa andiamo incontro. Anche Conte nel 2012-2013 non aveva potuto guidare la squadra in campo".

Su Dybala: Falso 9? Sarri lo sta utilizzando lì

Il dirigente bianconero ha parlato della rosa e ha fatto il punto della situazione sulle possibili uscite ed entrare negli ultimi giorni di trattative:

Faccio punto sulla squadra: come ogni ogni anno ci sono 24-25 elementi. C'è molta concorrenza e i ragazzi lo sanno perché siamo stati chiari con loro. Tutti devono fare i professionisti e farsi trovare pronti quando saranno chiamati in causa.

In merito alla situazione di Dybala, Higuain e Mandzukic l'ex calciatore non ha voluto esprimersi ("Preferirei avere il mercato chiuso quando inizia il campionato per dare più tranquillità ai giocatori. Loro sanno la situazione e devono pensare solo al campo") ma si è lasciato andare ad un giudizio sull'utilizzo della Joya come centravanti: "Non è un problema perché siamo contenti di averlo. Falso 9? Sarri lo sta utilizzando lì e ha fatto molto bene in questo precampionato".

Sul mercato: Coglieremo occasioni in questi ultimi giorni

Nedved è tornato sullo scambio non concretizzati tra Juventus e Manchester United tra Dybala e Lukaku e ha fatto il punto sul mercato bianconero di questa sessione estiva, rimarcando che i conti della società campione d'Italia sono in ordine:

Scambio Dybala-Lukaku? Dovrebbe rispondere Paratici a questa domanda. Il mercato non è ancora finito, ma per ora Paratici sta facendo grandissime cose. Abbiamo preso anche Demiral e Danilo, operazioni molto buone. Abbiamo venduto ottimamente Cancelo e Kean. Coglieremo le occasioni che ci saranno in questi ultimi giorni. Venderemo solo se ci saranno occasioni o opportunità vantaggiose. Altrimenti rimarranno tutti. Non abbiamo necessità di vendere. I conti per noi sono ok.

Sull'Inter di Marotta e Conte: Mi fa un po' effetto

Non poteva mancare la frecciatina ai suoi due ex colleghi di lavoro alla Juventus, Antonio Conte e Beppe Marotta, che quest'anno saranno al timone dell'Inter: "Mi fa un po' di effetto perché Antonio ha fatto la storia della Juve così come Marotta. Abbiamo due avversari forti che hanno fatto grandi investimenti per cercare di vincere subito".

Su Icardi: Non parlo di giocatori di altre squadre

Immancabile la domanda su Mauro Icardi e i paventati contatti con la Juventus ma Nedved ha schivato la domanda in maniera furba e intelligente: "Non sono qui per parlare di giocatori di altre squadre. Noi coglieremo le occasioni che ci saranno per migliorare ancora la rosa".

Sul campionato: Napoli e Inter lotteranno per lo scudetto

Infine una battuta sul torneo che sta per iniziare e sulla competitività che potrebbe essere maggiore anche per la lotta scudetto:

Ci sono tante squadre che si sono rinforzate come la Fiorentina. Noi in pole position? Non mi importa, noi dobbiamo solo scendere in campo a Parma e conquistare i tre punti. Napoli e Inter lotteranno fino alla fine per lo scudetto.