Gonzalo Higuain è stato il grande protagonista delle due sfide di Champions League tra la Juventus e il Tottenham: due gol all’andata, uno al ritorno e un assist magnifico per Dybala. L’argentino, che non giocava da più di due settimane, ha dato l’anima a Wembley ed è entrato ulteriormente nel cuore dei tifosi juventini. Lo scorso anno ha vinto due trofei, quest’anno vuole l’en plein.

Il gol a Wembley con il Tottenham

Dopo aver superato Lloris con una zampata l’attaccante argentino ha festeggiato in modo rabbioso, quasi violento, con quel gol si è dato la carica, ha spazzato via un paio di settimane senza partite, e ha fatto capire ai suoi compagni e pure agli avversari di essere al top, dopo pochi minuti gli Spurs sono crollati sotto i colpi di Dybala:

Ho festeggiato il gol con il Tottenham con rabbia? No, non era un momento complicato, stavamo per essere eliminati e avevamo bisogno di qualcosa del genere. Era il gol di cui avevamo bisogno e ci ha messo in partita, perciò l’ho celebrato in questo modo. Nessuna polemica. Da anni non m’importa di quello che viene detto. Le critiche distruttive mi entrano da un orecchio e mi escono dall’altro. Quelle costruttive cerco di ascoltarle.

La Juve vuole vincere tutto

Higuain rivendica i tanti anni ricchi di successi in Europa, spazza via ogni tipo di critica e pensa solo a lavorare e vincere: “Vengo da dodici anni in Europa ai massimi livelli e sono consapevole di ciò che viene detto, ma non mi interessano troppo le critiche. Il mio obiettivo è lo stesso, lavorare in silenzio e vincere”. Il Pipita nell’intervista rilasciata a ‘Marca’ esalta lo spirito della Juve e dice che lui e i suoi compagni vogliono vincere tutto:

Anima, carattere e soprattutto cuore. Così spiego la nostra vittoria con il Tottenham. Noi crediamo nella squadra. Siamo tutti importanti e quando le cose vanno male, esce fuori lo spirito di squadra. Questo è successo a Londra. Avevamo un piede e mezzo fuori, ma la Juve non si arrende mai. Per questo siamo in corsa su tre fronti e speriamo di vincerle. Questa è la Juve.