José Mourinho dice di no alla Cina e all’offerta che, in genere, non si può rifiutare. L’allenatore portoghese ha rifiutato una proposta da 100 milioni di euro complessivi, più bonus, per allenare per quattro stagioni il Guangzhou Evergrande. L’ex allenatore dell’Inter si permette il lusso di scartare la proposta più ricca di sempre per un allenatore di calcio.

La ricchissima offerta di mercato del Guangzhou a José Mourinho

Da anni i club del campionato cinese stanno ingaggiando allenatori e giocatori di prima fascia. Pochi giorni fa ha detto sì al Dailian Yifang Rafa Benitez, ex di Napoli, Inter e Liverpool, che ha accettato un’offerta da 12 milioni netti a stagione, mentre in questo weekend ha detto si allo Shanghai Shenhua Stephan El Shaarawy che lascia la Roma e la Serie A. Il Guangzhou Evergrande, che negli ultimi anni ha avuto in panchina Lippi e Scolari e ora ha Fabio Cannavaro, ha proposto un contratto quadriennale da 25 milioni di euro netti a stagione a José Mourinho. Lo Special One però ha declinato, dicendo di no a 100 milioni complessivi più bonus.

La scelta di Mourinho

Mourinho ha rifiutato, sicuramente avrebbe incassato una somma impressionante, ma il portoghese non vuole lasciare il calcio che conta e continua a scaldare i motori in attesa di una chiamata importante. L’ex tecnico di Chelsea e Manchester United con Allegri è senza dubbio l’allenatore più bravo e più blasonato a spasso e non vede l’ora di ritornare sulla panchina di una big d’Europa, o magari Mourinho attende la panchina di una nazionale. Recentemente il cinquantasettenne allenatore ha detto di sentirsi pronto per una nuova sfida e non ha chiuso a un ruolo da commissario tecnico, magari del Portogallo o comunque di una big. Sarebbe senz’altro bello vedere Mourinho in un Mondiale o in un Europeo.