Il Liverpool a Madrid ha conquistato per la sesta volta nella sua storia la Champions League, la prima dopo quattordici anni. Il trofeo lo ha sollevato per primo nel cielo spagnolo capitan Jordan Henderson, che qualche anno fa ha ereditato una fascia pesantissima quella di Steven Gerrard. Questo centrocampista, che ha guidato la sua squadra anche nella finale dello scorso anno, a fine partita a bordo campo ha abbracciato il papà che un anno non fa non lo seguì nella finale di Kiev perché malato.

L’abbraccio tra Henderson e il papà dopo la vittoria del Liverpool

Dopo aver festeggiato con i compagni di squadra, capitan Henderson ha abbandonato tutti e si è portato a bordo campo dove lo attendeva il padre Brian, che lo scorso anno mentre il figlio si preparava e poi viveva la finale di Champions League di Kiev con il Real Madrid era in ospedale, dove stava lottando contro il cancro. Papà Henderson disse al figlio di non andarlo nemmeno a trovare, non voleva che si commuovesse troppo o che si distraesse prima di quella finalissima. Brian Henderson il cancro alla gola lo ha vinto, la battaglia più importante l’ha superata e ha voluto seguire il figlio a Madrid. L’abbraccio tra i due è davvero molto commovente.

Le parole di papà Henderson e la promessa di Jordan

Il video con gli Henderson protagonisti è diventato virale. Il papà del centrocampista è stato poi intercettato da ‘Optus Sport’. Nell’intervista Brian ha ricordato la promessa che il figlio gli fece nel lontano 2003 nel giorno della finale di Champions League tra Milan e Juventus:

Quando era piccolo lo portai a vedere una finale di Champions League ad Old Trafford tra due squadre italiane e, quando i giocatori uscirono accompagnati dalla musica della Champions League, lui mi disse: ‘Papà ci giocherò un giorno ‘. Beh, non l'ha fatto una volta ma due volte e ne ha vinta anche una. Sono così orgoglioso e contento per lui.