Quando gioca di nuovo la Nazionale? Contro chi gli Azzurri giocheranno la seconda partita delle qualificazioni a Euro 2020? Dove e a che ora andranno in campo? Nemmeno il tempo di godersi il successo contro la Finlandia (2-0 a Udine con reti di Barella e Kean) che la squadra di Roberto Mancini ha subito ripreso allenarsi per preparare il match contro Liechtenstein in programma martedì 26 marzo (ore 20.45, diretta tv e in streaming su Rai Uno) allo stadio ‘Tardini' di Parma (nel pomeriggio la partenza dal Trieste Airport di Ronchi dei Legionari, Gorizia).

Ad accogliere l'Italia ci sarà l'ennesimo bagno di folla e per l'appuntamento il ct ha in mente qualche cambio rispetto alla formazione schierata sabato sera. "Una vittoria non scontata. Dobbiamo rimanere uniti e continuare a lavorare sodo con umiltà". Così il ct degli azzurri, Roberto Mancini, ha tracciato la rotta da seguire per la Nazionale.

  • Quale Italia contro il Liechtenstein? Il modulo resterà lo stesso (il 4-3-3) mentre qualche variazione potrebbe esserci negli interpreti: alcune indicazioni sono emerse dalla seduta di rifinitura prima della partenza per l'Emilia, con Sensi del Sassuolo in cabina di regia e Quagliarella in attacco, con Pavoletti prima alternativa in avanti. In difesa Romagnoli è stato provato come terzino sinistro. Quanto al Liechtenstein, è reduce dalla sconfitta contro la Grecia ed è ultimo nel girone di qualificazione.
  • La nota dolente, El Shaarawy. A casa anche Piccini. L'attaccante della Roma si è sottoposto controlli medici per un infortunio muscolare e fa ritorno nella Capitale. Una brutta notizia per i giallorossi. Lascia il ritiro anche Piccini: segue la Nazionale a Parma poi farà rotta verso Valencia.
  • La sfortuna di Perin. Il portiere della Juventus, che s'è fatto male alla vigilia della sfida con la Finlandia, è rimasto in gruppo dopo il problema al piede. Cosa gli è successo? Non è stato molto fortunato perché calpestando una bottiglietta d'acqua s'è procurato una lieve distorsione.