L'11 luglio 1982 al 'Bernabeu' l'Italia ha vinto il suo terzo mondiale. La squadra di Bearzot, con i gol di Paolo Rossi, Tardelli ed Altobelli, sconfisse in finale la Germania.

Il Mundial spagnolo del 1982 è stato particolarissimo e bellissimo. Gli azzurri iniziano male. Nel girone pareggiano con Camerun, Perù e Polonia. Nel secondo girone l’Italia batte 2-1 l’Argentina e 3-2 il Brasile. Sono vittorie epiche. Vengono sconfitti prima Maradona e poi il Brasile più forte di sempre che aveva in campo Zico, Socrates e Falcao. Il grande protagonista è Paolo Rossi. ‘Pablito’ dopo aver segnato tre gol alla ‘Selecao’ decide la semifinale con la Polonia. Al ‘Bernabeu’ l’undici luglio in finale Zoff e compagni giocano con la Germania, uscita vincitrice di una rocambolesca semifinale. Il presidente Sandro Petrini è sulle tribune. Antognoni squalificato è sostituito dal giovanissimo Bergomi. Nel primo tempo Cabrini sbaglia un rigore. Ma, è la notte dell’Italia. Paolo Rossi segna il sesto gol del Mondiale è apre le danze. Marco Tardelli raddoppia. Il suo urlo è la fotografia del nostro calcio. Altobelli chiude i conti. Breitner, che aveva segnato anche nella finale del ’74, accorcia le distanze. Dino Zoff alza il trofeo. Pertini applaude. L’Italia festeggia tutta la notte i suoi eroi.