L'Italia tornerà in campo sabato sera a Udine alle 20.45 contro la Finlandia (arbitra l'israeliano Orel Grinfeeld). Allo stadio ci saranno circa ventimila tifosi ad accogliere gli Azzurri. E' la prima delle due gare di qualificazione a Euro 2020 che la Nazionale giocherà a distanza ravvicinata l'una dall'altra (la seconda a Parma con il Lichtenstein) e dalle quali l'obiettivo è trarre il massimo dei punti. Tanto meglio farlo con un buon numero di gol che servono ad alimentare la differenza reti nel girone con la Bosnia di Dzeko e Pjanic.

Chiesa fuori, la probabile formazione dell'Italia con la Finlandia

Nel conto alla rovescia verso il debutto si registra un intoppo: il leggero sovraccarico muscolare agli adduttori che ha costretto Federico Chiesa a non forzare i ritmi in allenamento (nella giornata odierna ha svolto lavoro differenziato ma resta a Coverciano). Ce la farà l'esterno della Fiorentina a essere in campo? Difficile che il ct, Mancini, lo rischi soprattutto alla luce dell'infortunio che il calciatore s'era procurato contro la Lazio nell'ultima sfida di campionato prima della sosta. Possibile, invece, che decida di risparmiarlo e proporlo martedì prossimo quando in Emilia ci sarà il secondo appuntamento in calendario.

La possibile formazione dell’Italia contro la Finlandia
in foto: La possibile formazione dell’Italia contro la Finlandia

Quale schieramento adotterà Mancini e quale Nazionale presenterà in campo sabato sera? Quasi certa l'esclusione di Chiesa, al suo posto nel tridente d'attacco dovrebbe esserci Politano assieme a Bernardeschi (sulla sinistra) e con Immobile al centro favorito di Quagliarella. Centrocampo di lotta e di governo imperniato su Jorginho, Verratti e Barella. Difesa orientata intorno a Chiellini e Bonucci con Florenzi e Biraghi esterni. Tra i pali c'è Donnarumma-

  • Questa la probabile formazione dell'Italia (4-3-3): Donnarumma; Florenzi, Bonucci, Chiellini, Biraghi; Barella, Jorginho, Verratti; Politano, Immobile, Bernardeschi.