Era nell'aria e alla fine si è deciso per il bene del giocatore della Fiorentina di non proseguire con il ritiro della Nazionale e le trasferte per le due partite valide per le qualificazioni a Euro2020: Federico Chiesa ha lasciato il ritiro della Nazionale di Coverciano nel pomeriggio di giovedì e ha fatto rientro a casa. Roberto Mancini già sapeva di poter contare contro la Finlandia sul giocatore della Fiorentina ma sperava di poterlo recuperare per la seconda gara in programma a Parma, allo Stadio Tardini contro il Liechtenstein.

I saluti di Chiesa ai colori azzurri erano abbastanza scontati dopo i primi bollettini medici che ritenevano l'attaccante viola non in perfette condizioni anche se aggregato al gruppo per la chiamata di Roberto Mancini. Una convocazione dovuta, per far sentire il giocatore pur sempre parte del gruppo e verificarne di prima mano le reali condizioni fisiche.

Il risentimento muscolare nell'allenamento

Il giocatore della Fiorentina aveva accusato un problema muscolare nel corso dell’allenamento di martedì. Chiesa si è fermato subito, per evitare complicazioni e nelle successive ore  ha effettuato gli esami strumentali.  Dall’esito si è capito che non può mettersi a disposizione di compagni e ct, per un aggravarsi del risentimento muscolare che già lo aveva tormentato durante Fiorentina-Lazio.

Anche Florenzi si è fermato, esami per il giallorosso

Nel corso della sessione odierna, inoltre, anche il calciatore della Roma Alessandro Florenzi ha interrotto l’allenamento per un risentimento al polpaccio sinistro e le sue condizioni saranno valutate nelle prossime ore. L'esterno giallorosso ha dato forfait facendo ritorno a Trigoria. Per Mancini, dunque, un problema aggiunto con scelte tattiche inferiori alle aspettative.

Come giocherà l'Italia senza Chiesa

Nei programmi del ct, comunque, si ea già pensato di fare a meno di Federico Chiesa. Nel tridente con cui l'Italia affronterà la Finlandia sabato sera alla Dacia Arena, l'unico sicuro per un posto da titolare è Ciro Immobile. Al suo fianco molto probabile l'impiego dello juventino Bernardeschi e poi un ballottaggio a tre, tra El Shaarawy, Politano e Kean.

  • ITALIA (4-3-3): Donnarumma; Piccini, Bonucci, Chiellini, Biraghi; Barella, Jorginho, Verratti; Bernardeschi, Immobile, Kean.