Con un comunicato ufficiale la società nerazzurra ha ufficializzato l'esonero di Luciano Spalletti. Imminente la presentazione di Antonio Conte, che sarà il nuovo allenatore dell'Inter. "FC Internazionale Milano comunica che Luciano Spalletti non ricopre più il ruolo di allenatore della Prima Squadra.
Il Club ringrazia il tecnico per il lavoro svolto e per il percorso compiuto insieme. #FCIM" si legge sull'account Twitter della società nerazzurra.

L'ultimo atto, dunque è arrivato per il tecnico toscano che non sarà più alla guida della squadra. L'esonero era nell'aria, già c'erano conferme di un Antonio Conte dietro l'uscio e che potrebbe venire presentato già nella giornata di venerdì, per poi approfittare della finale di Champions League a Madrid per effettuare la sua prima uscita ufficiale da nerazzurro.

La trattativa per la buonuscita

Adesso si discuterà solamente di come gestire la conclusione anticipata del contratto.  Nelle prossime settimane l'ad nerazzurro Beppe Marotta tratterà con il tecnico toscano la buonuscita economica. L'attuale contratto aveva scadenza fino al 2021, e si proverà ad andare ad un accordo che sarà molto difficile da trovare stando ai fatti. Spalletti non sembra aver alcuna intenzione di fare sconti e potrebbe approfittare per un anno sabbatico a libro paga dell'Inter.

Il saluto di Steven Zhang: Sarai sempre il mio allenatore

Un allenatore, un insegnante, un amico. Hai sempre dato il massimo, con la pioggia o con il sole. Questi due anni hanno significato molto per l'Inter e per la mia crescita personale. Non dimenticheremo mai la tua dedizione per questa squadra e ti ringraziamo tutti dal profondo del cuore. Una volta che sei l'allenatore dell'Inter, sarai sempre il mio allenatore. Grazie Mister Spalletti.

I primi passi dell'era Conte

Nelle prossime settimane intanto, Beppe Marotta, Antonio Conte e Steve Zhang potrebbero volare in Cina, a Nanchino, nel quartier generale di Suning. Lì Conte incontrerà il proprietario Jindong Zhang con cui si ottimizzeranno gli accordi, più che economici (già consolidati) tecnici per sapere la reale liquidità delclub in vista del prossimo mercato.

Tutti gli uomini di Conte

Non ci sarà però ulteriore rivoluzione, l'Inter che da due anni approda in Champions League piace da un punto di vista dirigenziale. Ad aiutare Conte nella gestione dell’Inter sarà uno staff di sei persone, tra cui il fratello Gianluca. Nella dirigenza tornerà anche Lele Oriali, con il ruolo di club manager, come direttore sportivo sarà invece confermato Piero Ausilio.