Novità importanti in casa Inter. Le ultime notizie non riguardano la squadra di Spalletti o il calciomercato, ma la società nerazzurra che prepara una svolta ai vertici. L'Inter infatti sta per diventare interamente di Suning, con la trattativa tra Thohir, attuale presidente e azionista di minoranza, e Zhang senior che stanno per far registrare la classica fumata bianca. C'è l'accordo economico per l'uscita di scena del tycoon indonesiano, con la nuova presidenza che dovrebbe essere affidata a Zhang junior.

Inter, Suning pronto a rilevare il 100% del club. Thohir vende le quote

Come riportato da Sky dunque l'Inter sta per passare interamente nelle mani di Suning, ovvero la società privata cinese di proprietà di Zhang Jindong, che dal giugno 2016 possiede il 68,55% delle quote. Dopo più di un anno e mezzo di trattative, Erick Thohir sarebbe pronto a cedere la sua parte di azioni societarie, ovvero il 31.05% (gli altri azionisti detengono in tutto lo o.40%). Appuntamento all'assemblea dei soci in programma il 26 ottobre, con la possibilità anche di un prolungamento dei tempi che permetterebbe comunque a Thohir di restare nel cda per poi uscirne in un secondo momento.

Quanto guadagnerà Thohir dalla vendita delle quota dell'Inter

Per ottenere il sì del tycoon indonesiano  (che nel 2013 acquisì insieme a Rosan Roeslani e Handy Soetedjo il 70% delle quote societarie da Massimo Moratti) che al momento riveste la carica di presidente, Suning dovrebbe versare una cifra vicina ai 200 milioni. Un vero e proprio affare per Thohir che realizzerebbe una plusvalenza di circa 150 milioni di euro.

Chi sarà il nuovo presidente dell'Inter

Una volta conclusa la transazione, l'Inter che diventerà interamente di Suning potrà contare su un nuovo presidente alla luce dell'uscita di scena di Thohir. Nessun dubbio sul suo erede, che dovrebbe essere Steven Zhang, figlio del titolare del gruppo Suning. Sarà lui dunque il 22° presidente della storia del club meneghino, con la speranza di far crescere ulteriormente la società nerazzurra a suon di investimenti in Italia e in Europa.