Carlo Ancelotti s'è schierato dalla parte di José Mourinho mimando il gesto dell'orecchio a un giornalista che gli chiedeva un'opinione sull'episodio. Luciano Spalletti sceglie un profilo differente ma il concetto è (quasi) lo stesso: "Se vai a stuzzicare un leone, il leone ruggisce…", dice in conferenza stampa il tecnico dell'Inter alla vigilia della trasferta di Bergamo. Più che la prodezza di Cristiano Ronaldo o la sconfitta della Juventus in casa (per giunta in Champions) è stata la reazione del manager portoghese a occupare la scena.

Mi sembra che lui stesso abbia detto che a freddo non lo rifarebbe e ci trova tutti d’accordo – ha ammesso Spalletti a Inter Tv -. Ci sono pressioni emotive, soprattutto in determinate partite e il rischio di cadere in qualche piccola reazione c’è, io lo so bene facendo quel lavoro lì. Finché si resta su fatti di questo livello, fa parte dello spettacolo. Se vai a stuzzicare un leone, il leone ruggisce.

Quanto alla sfida di campionato contro l'Atalanta, arriva dopo la bella prestazione in Champions contro il Barcellona a San Siro. Pari siglato da Icardi e qualificazione agli ottavi messa in tasca: basta non perdere a Wembley contro il Tottenham per il passaggio agli ottavi. Fare risultato anche in campionato e prima della sosta è un segnale importante che Spalletti chiede alla squadra.

Questo fa parte della maturità dei giocatori. Ed è l'occasione per vedere che livello di maturità abbiamo raggiunto. Una buona striscia è stata fatta anche nei campionati precedenti ma bisogna poi essere costanti.

Le probabili formazioni di Atalanta-Inter

Qui Atalanta. La squadra di Gasperini arriva alla sfida con l'Inter in un buon momento di forma. Reduce dalla vittoria di Bologna, dovrebbe confermare la formazione vista all'opera al Dall'Ara. Berisha in porta, difesa a tre con Toloi, Palomino e Mancini; a centrocampo De Roon e Freuler in mezzo, Hateboer e Gosens sulle corsie esterne. Confermati Ilicic e Gomez in attacco, l'unica novità potrebbe essere la presenza di Duván Zapata al posto di Musa Barrow.

  • Atalanta (3-4-2-1): Berisha; Toloi, Palomino, Mancini; Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens; Ilicic, Gomez; Zapata.

Qui Inter. "Difficile che Nainggolan ci sia". E' lo stesso Spalletti a dare qualche dritta sulla formazione che andrà in campo a Bergamo. In difesa Vrsaljko e de Vrij potrebbero lasciar spazio a D'Ambrosio e a Miranda. A centrocampo Gagliardini dovrebbe prendere il posto di Vecino accanto a Brozovic. Nel tridente alle spalle di Icardi, invece, Candreva dovrebbe essere al posto di Politano, Borja Valero di Nainggolan. Confermato Perisic.

  • Inter (4-2-3-1): Handanovic; D'Ambrosio, Skriniar, Miranda, Asamoah; Gagliardini, Brozovic; Candreva, Borja Valero, Perisic; Icardi.