La sconfitta all'esordio della ICC non è andata giù ad Antonio Conte al quale, come si sa da sempre, non piace mai perdere, nemmeno se è una semplice amichevole con in palio poco o nulla. Così, l'1-0 rimediato contro il Manchester United ha infastidito il neo tecnico nerazzurro che aveva già alzato i toni alla vigilia, parlando di un'Inter in grave ritardo sul calciomercato. Così, dopo aver strigliato Marotta e Ausilio, dopo aver sottolineato come sia Icardi che Nainggolan sono fuori dal progetto tecnico e in attesa di essere ceduti, adesso tocca a Ivan Perisic.

Sul croato, Antonio Conte non è stato tenero sottolineando i problemi tattici e tecnici che il vice campione del mondo crea alla struttura della squadra. Se non una bocciatura, poco ci manca perché sono bastati 90 minuti di gara seria per far maturare al tecnico che l'esterno non è adatto al suo sistema di gioco.

La bocciatura: Perisic torna sul mercato?

Con Perisic stiamo lavorando insieme ma le risposte al momento non sono positive: non è adatto a giocare nel ruolo che ho in mente, per adesso può fare solo la punta.

Insomma, il calciomercato si riaccende di nerazzurro perchè se venisse confermato nelle prossime settimane, il nome di Ivan Perisic tra i cedibili potrebbe interessare più di una società europea, non ultimo lo stesso Manchester United di Lukaku, oggetto del desiderio (al momento proibito) dell'Inter e di Conte. Perisic era già stato a rischio cessione con Spalletti, poi tutto sembrava rientrato fino alle ultime dichiarazioni di Conte che riapre il fronte.

Conte e come giocherà l'Inter: 3-5-2

Conte ha un'idea molto precisa di come vuole fare giocare l'Inter. Nel 3-5-2 del tecnico leccese, l'ex Wolfsburg difficilmente potrà fare stabilmente l'attaccante e quelle del suo tecnico suonano tanto come parole di commiato dall'Inter. Perisic è più un'esterno da 4-3-3 e come punta (o falso nueve) l'Inter ha di meglio (Lautaro) e sta cercando di meglio (Lukaku e Dzeko, col bosniaco che arriverà per certo). Dunque, anche per il croato si apre il fronte cessione.

Perché Perisic può sbloccare Lukaku

A questo punto, proprio Perisic potrebbe diventare una pedina interessante per sbloccare l'affare Lukaku con un Manchester che fa muro sugli 85 milioni richiesti. Anche l'ultima offerta Inter (60 milioni più bonus) è lontana dalle volontà dei red devils che però potrebbero addolcirsi davanti alla possibilità di una contropartita tecnica già cercata in passato. Perisic ha una valutato tra i 30 e i 40 milioni e a quel punto diventerebbe molto più facile arrivare all'attaccante della nazionale belga.