Il cuore nerazzurro tra una battuta salace e l'ironia arguta di chi ha saputo fare gavetta e attendere il momento giusto per mostrare le proprie doti, sopra il comune. Non parliamo di un giocatore interista ma di un tifoso doc, Paolo Bonolis, il Mauro Icardi dei programmi d'intrattenimento, da sempre tifoso della Beneamata. Che ha voluto dire la sua sull'attuale momento del club, all'indomani dell'enorme soddisfazione di aver vinto il derby, lenendo così, i dolori dell'eliminazione europea e del caso Icardi.

Bella soddisfazione vincere il derby. Abbiamo portato a casa il risultato con il recupero di giocatori importanti. Ricordiamoci che prima dell'Eintracht l'Inter ha dovuto rinunciare a sette titolari e questi hanno sempre un peso

Applausi per tutti, non per Icardi

Un applauso alla società, al tecnico non a Maurito, reo di aver compiuto scelte assai discutibili che hanno messo in difficoltà il club e i compagni. Per Bonolis, infatti, da condannare è l'atteggiamento dell'attaccante argentino, incapace di aver gestito la situazione al meglio, diventando vittima degli eventi: "Non so quali saranno le scelte societarie, ma Luciano ha lavorato bene e ha cucito gli strappi di un destino nerazzurro non felice. Icardi? Tutti nella vita abbiamo le nostre ragioni ma ci sono anche cose più importanti. Non credo che Icardi andrà alla Juve scappando di notte. Il giocatore va gioco forza recuperato, se vogliono venderlo bisogna dargli sostanza professionale: la valutazione di Icardi si è svalutata con il comportamento che ha avuto"

Sullo scambio Dybala-Icardi

Proprio sul tema mercato, Bonolis si è poi espresso sull'eventuale scambio che sta facendo parlare tutti: Dybala-Icardi: "Ci vuole una contropartita per l'Inter, e Dybala a me piace molto. L'Inter avrebbe bisogno di una logica fantasiosa per le scelte dell'allenatore. Uno o due giocatori di fantasia e imprevedibili per tornare a vincere"