Mentre Antonio Conte deve fare i conti con gli infortuni e con una rosa ridotta all'osso, Beppe Marotta e gli uomini mercato dell'Inter sono alle prese con le trattative di mercato invernale. A margine della partita del San Paolo, l'amministratore delegato nerazzurro ha fatto il punto sulle strategie del club di Suning: "Abbiamo diversi contatti con agenti e società per cercare di aumentare il livello qualitativo di questo gruppo che sta viaggiando al massimo. Non abbiamo ancora concluso nulla, vogliamo fare tutto con molta cautela perché dobbiamo tenere l'asticella degli obiettivi molto alta, anche se poi non si dovesse chiudere nulla".

"Siamo in piena attività, non faccio nomi ma dico che siamo molto attivi – ha aggiunto il dirigente interista ai microfoni di Sky – In questo momento cerchiamo un centrocampista e un esterno, poi se i giocatori decidono di andare via proveremo ad accontentarli. Ma per adesso non abbiamo pressioni in tal senso".

Le novità su Eriksen

Durante l'intervista concessa all'emittente satellitare, Marotta ha fatto anche chiarezza sulla presunta trattativa per Eriksen: "Molto spesso vengono accostati all'Inter nomi importanti. Da un lato ci lusinga, ma devo dire che col Tottenham non abbiamo avuto contatti. Lui va in scadenza a giugno, è un ottimo giocatore ma ci sono tante squadre su di lui come è normale per i giocatori importanti. Non sono qui a dire che avviamo trattative, ma semplicemente dico che è un giocatore interessante".

In attesa di rinforzi dal mercato di gennaio, Marotta ha poi lanciato un messaggio a tutti i giocatori attualmente in rosa: "Le competizioni sono tre e tutti i giocatori devono rispondere. C'è bisogno di tutti, poi spetta a Conte scegliere i giocatori migliori in base alle loro performance e la forma – ha concluso l'ad dell'Inter – Ma il gioco moderno richiede una rosa ampia e per questo guardiamo a questo mercato con interesse".