Un gesto di pessimo gusto. Un atteggiamento inqualificabile. Un insulto alla memoria di Emiliano Sala, l'attaccante morto nell'incidente aereo avvenuto sulla Manica e deriso dalla stupidità di alcuni tifosi. A rendersi protagonisti della situazione spiacevole avvenuta durante la gara di Premier League sono due sostenitori del Southampton che sono stati subito individuati, fermati e poi arrestati dalla polizia.

Nello stadio dei Saints si giocava la gara di campionato contro il Cardiff, prima del fischio d'inizio i due club hanno osservato un minuto di raccoglimento per il calciatore che avrebbe dovuto indossare la maglia del club gallese. A bordo del Piper Malibù mono-motore era salito dopo aver salutato i vecchi compagni di squadra del Nantes facendo rotta verso l'Inghilterra e quel torneo che tante volte aveva sognato. Sala non ci arriverà mai, le ultime parole dell'italo-argentino 29enne furono raccolte in un messaggio mandato ad amici su WhatsApp: "qui cade tutto a pezzi…", poi il silenzio fino al ritrovamento del relitto adagiato sul fondale e del cadavere. Ti prende una stretta al cuore quando pensi alla sorte di quel ragazzo.

Il gesto dell'aereo, un insulto alla memoria di Sala e del pilota

Il tifoso dei Saints al suo posto deve avere ‘un bidone della spazzatura' a giudicare dall'esibizione sugli spalti: mentre lo stadio è ammutolito per ricordare Sala e il pilota, l'uomo – ripreso in un video che ha alimentato il tam tam della Rete – ha mimato il gesto dell'aereo che vola e poi precipita rivolgendosi verso i tifosi del Cardiff.

La reazione del club: bandire i tifosi dallo stadio

La reazione del Southampton è stata immediata. Non appena è venuto a conoscenza del fatto e delle notizie del fermo dei responsabili di quello spettacolo indegno ha subito fatto un comunicato di censura nel quale ha annunciato pesanti provvedimenti nei confronti dei sostenitori.

Confermiamo che i due tifosi sono stati fermati dalla polizia durante la partita contro il Cardiff. Il club continuerà a collaborare con la polizia dell'Hampshire per identificare le persone che si ritiene abbiano compiuto gesti indecenti nei confronti dei sostenitori del Cardiff. Un comportamento simile non trova spazio nel calcio e non sarà tollerato al St Mary's. Il club resterà fermo nei confronti di chiunque sia coinvolto in questa vicenda e intende bandire dallo stadio i tifosi identificati.