Si era parlato di un problema al ginocchio e di una possibile esclusione, invece Lorenzo Insigne ha fatto lustrare gli occhi agli spettatori presenti al San Paolo, pochini stasera, e quelli che dal divano della loro abitazione hanno avuto, sicuramente, un sussulto dopo il meraviglioso goal del gioiellino azzurro che ha dato il via alla bella vittoria del Napoli sullo Shakhtar Donetsk.

La squadra di Maurizio Sarri non stava giocando una grande partita ma era fondamentale la vittoria questa sera per poter sperare di passare agli ottavi di Champions League: la squadra azzurra nel primo tempo non ha brillato e gli ucraini avevano creato non poche difficoltà ma a questo punto arriva l'invenzione del Magnifico.

Una rete "Magnifica"

Al 56′ Insigne riceve palla da Hamsik sulla fascia sinistra, si accentra e dribbla due uomini: appena capisce di avere una buona visuale della porta e il tempo di calciare, Lorenzo lascia partire un destro che si infila sotto l'incrocio alla sinistra di Pyatov, impeccabile fino a quel momento. Una rete stupenda che ha sbloccato una gara parecchio insidiosa.

Insigne alla Del Piero?

Dopo averlo rivisto, più e più volte, il bellissimo tiro di Insigne ha fatto tornare alla mente alcune giocate di Alessandro Del Piero. L'ex numero 10 della Juventus era solito deliziare le platee con queste soluzioni a giro sul secondo palo e per un periodo di tempo si è parlato proprio "goal alla Del Piero". Sicuramente si tratta di un tipo di conclusione che Pinturicchio privilegiava ma da un po' di tempo a questa parte lo stesso Insigne ha regalato diverse perle da quella zona di campo e, senza fare paragoni azzardati potremmo dire che si tratta di una sorta di passaggio di testimone, solo per quanto riguarda questo particolare gesto tecnico, da un fuoriclasse affermato al giovane ammiratore (sì, Del Piero è l'idolo di Insigne) che sta mostrando tutte le sue qualità e che sarà una pedina fondamentale per il prossimo futuro del Napoli e della Nazionale.