Alcune costole fratturate, tanta paura e un forte dolore. Per fortuna l'incidente nel quale è rimasto coinvolto Sergio Aguero non ha avuto conseguenze peggiori. L'attaccante argentino del Manchester City giovedì sera era ad Amsterdam per assistere al concerto del cantante e amico, Maluma, e si trovava bordo di un taxi quando il veicolo ha improvvisamente sbandato e s'è schiantato contro un palo. I danni riportati dalla vettura sono stati ingenti, la parte anteriore dell'auto era completamente distrutta, il cofano anteriore accartocciato per il violento impatto.

in foto: L'auto a bordo della quale viaggiava Aguero (fonte twitter @ShaneBurns_)

L'incidente avvenuto nella notte.

Ancora da chiarire le circostanze e le cause di quanto accaduto, con ogni probabilità l'alta velocità – come si evince dalla prime ricostruzioni fatte dai tabaloid – deve aver provocato il sinistro. Il ‘Kun', che dall'abitacolo è uscito da solo, sia pure malconcio, e ha evitato conseguenze peggiori perché aveva la cintura di sicurezza che ha attutito il colpo e gli ha salvato la vita. Il calciatore è stato subito portato in ospedale per i primi controlli medici. Se l'è cavata con qualche lesione alle costole ma dovrà stare a riposo per un paio di mesi, condizioni che lo costringeranno a saltare i prossimi impegni agonistici tanto con la squadra di club quanto con la nazionale.

Aguero salta Chelsea, nazionale e Champions.

Una brutta notizia per Pep Guardiola e per il Manchester City che dovrà fare a meno di Aguero nel big match di Premier League in programma contro il Chelsea e nemmeno potrà contare su di lui in occasione del doppio confronto di Champions League contro il Napoli. L'argentino non potrà essere tra i convocati della Selecciòn per le sfide contro Perù ed Ecuador decisive per la qualificazione al Mondiale di Russia 2018.

Dopo Mendy, Guardiola perde anche il Kun.

L'incidente capitato ad Aguero mette fuori gioco un altro calciatore dei Citizens: nei giorni scorsi era stato Mendy – difensore francese ingaggiato nella scorsa estate – a marcare visita in infermeria per il grave infortunio al ginocchio che lo terrà lontano dai campi per sei mesi.